L’aveva detto Valtteri Bottas alla conferenza stampa del giovedì: “Ci si aspetta che il Paul Ricard sia un circuito diverso da quello di Montreal”. Hamilton non ha perso tempo e si è imposto nelle prime libere del venerdì davanti al compagno di scuderia. L’inglese ha terminato le prove a 69 millesimi di secondo dal finlandese della Mercedes mentre, più staccato, ha concluso terzo Charles Leclerc. Conquista così Lewis Hamilton le FP1 del GP di Francia imponendo già il suo ritmo.

Con il leader del campionato costretto a non partecipare alla conferenza stampa per degli impegni a Parigi, Hamilton non ha tardato a prendere velocità sul circuito che l’ha visto vincitore lo scorso anno con uno straordinario 1:32.738.

Dietro alla top 3 troviamo la Red Bull di Max Verstappen staccata di 880 millesimi di secondo dalla vetta. Il neo – sposino Sebastian Vettel non ha trovato il ritmo adatto a resistere ai big e ha terminato le FP1 quinto ad oltre 1 secondo da Hamilton. Questo risultato conferma lo scarso apporto aerodinamico della nuova ala anteriore della SF90. Di lavoro da fare a Maranello ce n’è e non poco.

In sesta posizione troviamo l’idolo di casa, il francese Pierre Gasly, ad oltre mezzo secondo dal compagno di scuderia Max Verstappen. Le due Red Bull sono state vittima di due spin nel corso della mattinata a sottolineare ancora problemi di aerodinamica. Super prova anche di Lando Norris e Carlos Sainz che portano le due McLaren in 7° ed 8° posizione.

Chiudono la top 10 la Renault di Daniel Ricciardo in 9° posizione e la Toro Rosso di Alexander Albon in 10°. Paura per il fumo uscito dall’abitacolo dell’altra Renault, quella di Hulkenberg. Fortunatamente tutto si è risolto per il meglio. Peccato per l’ultima posizione di Romain Grosjean dopo un problema sulla sua Haas.

Tra pochi minuti scatteranno le FP2