Ancora le Ferrari protagoniste nella giornata di venerdi ad Hockenheim, ma questa volta a fare la lepre è stato Leclerc, il più rapido nelle seconde prove libere, davanti al compagno Vettel.

Il caldo segna anche la sessione pomeridiana tanto che per ovviare ai problemi delle alte temperature, la Mercedes ha portato delle carrozzerie più grandi per cercare di soffrire il meno possibile.

Ma nonostante questo, per la Mercedes è stato impossibile issarsi nella lista dei tempi in quanto la Ferrari ha impressionato col suo ritmo con gomme morbide. Prima Vettel si è portato al comando ma poi è stato scalzato da Leclerc per poco più di un decimo di secondo, nonostante abbia trovato del traffico nella sezione finale del tracciato.

Hamilton si è dovuto accontentare della terza posizione, a 146 millesimi da Leclerc mentre in quarta piazza si porta l’altra Mercedes di Bottas, a mezzo secondo però dal suo compagno di box.

Ma attenzione, le condizioni che abbiamo trovato nella giornata odierna difficilmente si ripeteranno nel proseguio del weekend: le temperature per domani subiranno un ribasso significativo mentre per la gara sono previste delle massime di 10 gradi inferiori a quelle registrate oggi. E aggiungiamo anche un rischio di pioggia elevato che porterà scompiglio nella griglia di partenza.

Prestazioni alterne per Red Bull, con Max Verstappen ancora una volta il loro pilota più veloce e quinto a fine sessione. Il suo compagno di squadra, Pierre Gasly, ha faticato per tutta la sessione prima di stampare contro le barriere il suo posteriore nell’ultima curva. Per lui sessione finita e bandiera rossa esposta.

Ancora lavoro in casa Haas che deve riscattare le prestazioni opache delle ultime 4 gare, terminate senza portare a casa punti. Per i piloti lavoro differenziato, con Grosjean che ha continuato a provare con la configurazione vista in Australia mentre Magnussen si è concentrato sull’ultimo pacchetto di aggiornamenti. Tempi alla mano, Grosjean è risultato ancora più rapido rispetto a Magnussen, 18° a fine giornata: differenza tra piloti o errore di sviluppo della monoposto?

PosNoDriverCarTimeGapLaps
116Charles LeclercFerrari1:13.44933
25Sebastian VettelFerrari1:13.573+0.124s30
344Lewis HamiltonMercedes1:13.595+0.146s30
477Valtteri BottasMercedes1:14.111+0.662s30
533Max VerstappenRed Bull Racing Honda1:14.133+0.684s23
68Romain GrosjeanHaas Ferrari1:14.179+0.730s33
718Lance StrollRacing Point BWT Mercedes1:14.268+0.819s32
87Kimi RäikkönenAlfa Romeo Racing Ferrari1:14.458+1.009s33
927Nico HulkenbergRenault1:14.472+1.023s26
1011Sergio PerezRacing Point BWT Mercedes1:14.518+1.069s30
1155Carlos SainzMcLaren Renault1:14.662+1.213s34
1226Daniil KvyatScuderia Toro Rosso Honda1:14.800+1.351s39
133Daniel RicciardoRenault1:15.010+1.561s33
1423Alexander AlbonScuderia Toro Rosso Honda1:15.062+1.613s36
1510Pierre GaslyRed Bull Racing Honda1:15.089+1.640s19
164Lando NorrisMcLaren Renault1:15.247+1.798s29
1799Antonio GiovinazziAlfa Romeo Racing Ferrari1:15.406+1.957s31
1820Kevin MagnussenHaas Ferrari1:15.470+2.021s28
1963George RussellWilliams Mercedes1:16.900+3.451s27
2088Robert KubicaWilliams Mercedes1:16.980+3.531s26