Pubblicità

La Ferrari appare favorita per la pole position in Russia dopo che Charles Leclerc e Sebastian Vettel sono risultati i più veloci nelle ultime prove libere di sabato mattina. Ma la Mercedes potrebbe ancora avere qualcosa da dire al riguardo, con Lewis Hamilton che non fa che eguagliare il tempo di Vettel al terzo posto, entrambi a poco più di 0,3 secondi dal tempo di riferimento di Leclerc.

A differenza dei loro rivali, la Red Bull ha trascorso gran parte della sessione girando con gomme medie e non con le soft. Quando Max Verstappen è passato alla gomma più veloce, l’olandesenon è riuscito a fare un giro pulito a causa di un paio di errori alla curva 2 e alla curva 13. Ha comunque chiuso quinto dietro alla Mercedes di Valtteri Bottas, anche se a 1,5 secondi da Leclerc.

Romain Grosjean ha diviso le Red Bull in sesta posizione davanti ad Alex Albon. Fresco dall’annuncio del loro ritorno ai motori Mercedes dal 2021, la McLaren vede Lando Norris ottenere la nona posizione alle spalle di Nico Hulkenberg della Renault. Kevin Magnussen ha completato la top 10 con la seconda Haas.

C’erano purtroppo dei problemi tecnici per l’eroe locale Daniil Kvyat. Dopo il suo problema con i sistemi di alimentazione di venerdì, la sua Toro Rosso si è nuovamente fermata a 21 minuti dalla fine con un problema alla centralina. Il russo, che era già costretto a partire dalla parte posteriore della griglia, riceverà un nuovissimo motore Spec 4 Honda per domenica.

Anche Sergio Perez ha avuto problemi con la sua Racing Point e ha trascorso gran parte dell’ora in garage. Quando è ritornato in pista, si è reso protagonista di un’errore alla curva 13 rovinando un set di gomme morbide e ha chiuso in 15° posizione.

La pioggia prevista non si è mai materializzata ma potrebbe ancora apparire nelle qualifiche.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com