Pubblicità

Vettel ha riscontrato un problema con l’unità ibrida poco dopo aver effettuato il pit-stop, e ha obbedito alle istruzioni impartite dal muretto parcheggiando la SF90 nella via di fuga. Uscendo, il tedesco si è reso protagonista di un salto, per evitare di prendere una scarica elettrica dalla monoposto.

La posizione della macchina ha reso necessario l’intervento della Virtual Safety Car e ciò ha permesso a Hamilton, che in quel momento era al comando, di effettuare la sosta ai box “rubando” la leadership della gara a Leclerc, che invece aveva effettuato la sosta ai box in condizioni di gara “normale”.

“Abbiamo avuto un problema sul lato ibrido della Power Unit e abbiamo perso l’isolamento sull’auto”, ha detto Binotto. “E per motivi di sicurezza ci siamo dovuti fermare immediatamente. È un peccato perchè qualche centinaio di metri più avanti c’era la pit lane ma è stata l’azione più sicura che abbiamo potuto fare per Seb, e ovviamente la sicurezza viene prima di tutto. Se fosse stato un problema al resto dell’auto, ci saremmo fermati in una posizione diversa, ma così non è stato. Normalmente queste situazioni non comportano problemi di sicurezza al pilota, ma non sapendo quale fosse l’entità del danno e sapendo che c’era una perdita di isolamento, abbiamo preferito fermarci in quel modo.”

Binotto crede che nonostante l’elettronica di controllo sia danneggiata, Vettel non subirà una penalità in griglia in Giappone.

“Ora valuteremo il problema, probabilmente abbiamo perso l’elettronica di potenza, ma ne abbiamo un’altra a disposizione e quindi non prenderemo la penalità.”

Il direttore di gara Masi ha spiegato che un VSC era inevitabile, dato che i commissari dovevano affrontare un problema di natura ibrida.

“La macchina non era sicura dal punto di vista elettrico, e rimase non sicura per il resto della gara”, ha detto l’australiano. “Per recuperarla nel modo più sicuro possibile e mettere i commissari nelle condizioni per farlo, è stato deciso di far uscire il VSC.”

Masi ha elogiato Vettel per essersi fermato dove ha fatto, dicendo: “Sebastian ha fatto un lavoro fantastico fermando la monoposto molto vicina al varco dei commissari, parcheggiando la sua monoposto in un modo che è risultato molto sicuro poi per recuperarla”.

 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com