Pubblicità

Lewis Hamilton ha segnato il passo nella seconda sessione di prove libere di Formula 1 in vista del Gran Premio degli Stati Uniti, superando Charles Leclerc di 0,301 secondi.

Il giovane ferrarista è stato il più veloce nella prima parte della sessione, interrotta da una bandiera rossa causata da Romain Grosjean che ha perso il controllo della sua Haas alla curva 5 sbattendo contro le barriere di protezione. Il monegasco ha girato su gomma media registrando il tempo di 1’34″434, 158 millesimi più veloce di Hamilton.

L’inglese fino a quel momento aveva impostato il suo tempo su gomma dura per poi balzare davanti a tutti una volta montate le gomme Pirelli più morbide, segnando il crono di 1’33″232.

In terza posizione troviamo la Red Bull di Verstappen a 315 millesimi dalla Mercedes n°44 mentre l’altra Rossa di Maranello si ferma in quarta posizione ad oltre 6 decimi dalla vetta.

Quinto Bottas ad oltre 8 decimi dal suo compagno di box: il finlandese, al contrario di Hamilton, non ha beneficiato di un “rimorchio” nel settore centrale, lasciando per strada qualche decimo prezioso nel lungo rettilineo. Cosa che invece non è successa ad Hamilton che ha beneficiato della Williams di Kubica davanti a lui.

Alex Albon ha completato i primi sei con la seconda Red Bull, a 1.2 secondi dalla vetta e appena tre quarti di decimo davanti all’uomo che ha sostituito, Pierre Gasly.

Gasly ha dichiarato che è stato un buon giro dopo essere salito al settimo posto con un tempo abbastanza decente da tenerlo davanti alla McLaren di Carlos Sainz in ottava posizione.

Il pilota della Racing Point Lance Stroll è stato uno degli ultimi a segnare un tempo sulle soft, saltando in nona posizione col tempo di 1’34″744. Completa la top 10 il nostro Antonio Giovinazzi, su Alfa Romeo, protagonista di un testacoda alla Curva 8.

Undicesimo Ricciardo, su Renault, con mezzo decimo di vantaggio sulla Toro Rosso di Kvyat. Hulkenberg, con la seconda monoposto francese, non va oltre la 13° posizione davanti a Norris su McLaren e Perez su Racing Point.

Sedicesima l’altra Alfa Romeo affidata a Raikkonen, davanti alle due Haas di Magnussen e Grosjean. Fanalini di coda, come sempre ormai, le due Williams di Russell e Kubica.

PosNoDriverCarTimeGapLaps
144Lewis HamiltonMercedes1:33.23234
216Charles LeclercFerrari1:33.533+0.301s33
333Max VerstappenRed Bull Racing Honda1:33.547+0.315s28
45Sebastian VettelFerrari1:33.890+0.658s35
577Valtteri BottasMercedes1:34.045+0.813s34
623Alexander AlbonRed Bull Racing Honda1:34.434+1.202s32
710Pierre GaslyScuderia Toro Rosso Honda1:34.509+1.277s31
855Carlos SainzMcLaren Renault1:34.667+1.435s34
918Lance StrollRacing Point BWT Mercedes1:34.744+1.512s29
1099Antonio GiovinazziAlfa Romeo Racing Ferrari1:34.839+1.607s29
113Daniel RicciardoRenault1:34.924+1.692s29
1226Daniil KvyatScuderia Toro Rosso Honda1:34.975+1.743s36
1327Nico HulkenbergRenault1:34.988+1.756s32
144Lando NorrisMcLaren Renault1:35.025+1.793s30
1511Sergio PerezRacing Point BWT Mercedes1:35.109+1.877s26
167Kimi RäikkönenAlfa Romeo Racing Ferrari1:35.387+2.155s34
1720Kevin MagnussenHaas Ferrari1:35.442+2.210s28
188Romain GrosjeanHaas Ferrari1:35.789+2.557s4
1963George RussellWilliams Mercedes1:36.749+3.517s37
2088Robert KubicaWilliams Mercedes1:37.283+4.051s33

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com