Pubblicità

La Red Bull ha annunciato che Alex Albon sarà, anche per il 2020, compagno di squadra di Max Verstappen. Albon, che ha esordito quest’anno in F1 dopo essersi laureato campione in F2 la passata stagione, è stato promosso dal team junior della Red Bull, ovvero la Toro Rosso, in vista del Gran Premio del Belgio.

Il giovane anglo-tailandese ha sostituito Pierre Gasly che invece non aveva impressionato i vertici Red Bull per via delle prestazioni molto opache. Pareri opposti invece per Albon che ha convinto e stupito la Red Bull (e non solo) tanto da meritare il rinnovo per la prossima stagione.

“Sono davvero entusiasta di collaborare nuovamente con Max per il prossimo anno e so quanto sono fortunato ad avere questa opportunità”, ha detto Albon. “Sono estremamente grato che la Red Bull si sia fidata di me e abbia creduto nei miei risultati da quando sono entrato a far parte del team. Quest’anno è stato un anno incredibile per me e ricevere la chiamata per la Red Bull a metà stagione è stato già un grande passo, quindi ora userò gli insegnamenti di questa stagione e l’esperienza maturata per migliorare e combattere in prima fila nel 2020 “.

Albon ha avuto diversi incidenti da quando è entrato a far parte della Red Bull, e come Gasly ha lottato per raggiungere il punto di riferimento della squadra, ovvero Verstappen. Albon ha impressionato fin da subito per i risultati ottenuti, totalizzando ben 68 punti, frutto di sette piazzamenti nei primi 6 in queste gare disputate con Red Bull

“Alex si è comportato molto bene dal suo debutto con la squadra in Belgio e i suoi risultati, sette arrivi nella top6, parlano da soli”, ha dichiarato Christian Horner, direttore del team Red Bull.

“È difficile avere una costanza di risultati di questo tipo e con la sua grinta ha dimostrato di meritare il rinnovo con Red Bull. C’è ancora molto potenziale da sbloccare e non vediamo l’ora di vedere Alex al fianco di Max nel 2020.”

 

 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com