Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) inaugura i test invernali con un importante colpo di cronometro registrato al Circuit Ricardo Tormo di Valencia che lo vede volare in testa alla classifica dei tempi girando sul 1’29”849. Le Yamaha monopolizzano le prime tre posizioni, infatti, seguono lo spagnolo i piloti del Petronas Yamaha SRT, Fabio Quartararo, ad un decimo e mezzo, e Franco Morbidelli, a due e mezzo dal leader della giornata.

Alex Marquez (Repsol Honda Team) è il pilota che conclude il maggior numero di giri, il rookie firma 79 tornate terminando la seconda giornata con la RC213V col 20° tempo. Ma, il migliore dei rookie è il valenciano Iker Lecuona (Red Bull KTM Tech3) che, con un totale di 57 giri, si piazza in 15° posizione con un miglior tempo da 1’32”515, mentre il suo nuovo compagno di marca, Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing) è 22°.

I piloti KTM sono stati i primi a scendere in pista. I due esordienti seguono Espargaro per alcuni giri. La stessa tecnica la usano i fratelli e compagni di squadra Marquez, ma in questo caso, è stato Marc a seguire Alex per osservare il suo stile di guida con una MotoGP.

Per quanto riguarda Aprilia, la giornata non è stata delle più semplici. Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini) cade la mattina e poco più tardi, Andrea Iannone (Aprilia Racing Team Gresini) vede la sua moto andare in fiamme ma evitando il peggio. Lo spagnolo termina la giornata col 16° crono, mentre l’abruzzese è 19° dopo aver perso una parte della sessione per rimettere a posto la moto.

Tra i primi a scendere in pista è il collaudatore di Honda Stefan Bradl (Honda Test Team) che dopo 54 tornare si piazza davanti The Maniac.