Pubblicità

Charles Leclerc manterrà il suo terzo posto nel Gran Premio di Abu Dhabi, ma la Ferrari è stata multata di € 50.000 dopo che gli steward hanno scoperto che la squadra italiana aveva dato una dichiarazione del carburante inesatta per l’auto del monegasco prima della gara.

Mentre le squadre si stavano preparando in griglia per il gran premio, i commissari avevano pubblicato un documento che evidenziava la discrepanza ma che le indagini sarebbero scattate dopo la gara. Leclerc poi è arrivato terzo , alle spalle del vincitore Lewis Hamilton e di Max Verstappen.

All’inizio di quest’anno, la FIA ha emesso una direttiva tecnica che imponeva ai team di rivelare la quantità di carburante che intendevano mettere in macchina per i giri in griglia, il giro di formazione e la gara. I controlli verrebbero quindi effettuati dalla FIA per assicurarsi che i team fossero conformi.

Quando la FIA ha indagato sull’auto di Leclerc, scoprirono che c’era una differenza di 4,88 kg tra quanto dichiarato dalla Ferrari e quanto misurato dalla stessa FIA. I rappresentanti del team hanno quindi parlato con gli steward dopo la gara e, a seguito di deliberazioni, si è ritenuto che la Ferrari avesse violato le regole rimediando una multa di 50 mila senza squalificare l’incolpevole Leclerc.

 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com