Pubblicità

Si è conclusa anche la quinta giornata dell’Africa Eco Race, con la tappa da Smara a Daklha, sede scelta per la meritata giornata di riposo. Oggi in programma 686 km: 473 di prova speciale e poi un trasferimento su asfalto di 213 km fino alla cittadina situata sulla penisola del Rio de Oro baganta dall’Oceano Atlantico. Una tappa veloce su piste dritte ma con alcune insidie a cui prestare attenzione per non perdere la giusta via verso sud. Oggi sono stati nuovamente i leader delle classifiche generali a comandare: Alessandro Botturi e Igor Bouwens si sono aggiudicati la vittoria di giornata.

Nelle moto il solito terzetto si contende la vittoria: Botturi, Ullevalseter e Poskitt. Chiuderanno nuovamente nell’ordine, con distacchi contenuti entro i 5 minuti che nulla fanno mutare nella classifica generale. Ancora tra i primi Jacek Czachor, l’unico in grado di tenere il passo del gruppo di testa. Per gli altri distacchi importanti: basti pensare che Konrad Dabrowski, quinto, ha accusato un gap di oltre 23 minuti. Paolo Lucci, che ieri era stato ottimo secondo, non riesce ad andare oltre il sesto posto oggi, perdendo tempo prezioso oltre che una posizione in generale, dove ormai si trova al quinto posto ad oltre un ora.

Oggi Alessandro Botturi chiude la speciale in 4 ore 4 minuti e 18 secondi. Seguono, come detto Ullevalseter (+00:04:01) e Poskitt (+00:05:29).

Tra le auto/camion primo l’Iveco dell’equipaggio Bouwens-Boerboom-Driesmas (03:36:03), davanti a Patrick e Lucas Martin (+00:11:09) e Elfrink-Shuttel (+00:14:57). Nona al traguardo di giornata la Nissan di Stefano Rossi ed Alberto Marcon. Bouwens passa al comando anche in generale con soli 6 secondi sui Fromont

Africa Eco Race 2020 – Classifica generale

Moto:

  1. Botturi – Yamaha – 19:41:32 – 2. Ullevalseter – KTM – +00:04:10 – 3. Poskitt – KTM – +00:25:16

Auto/Camion:

  1. Bouwens – Iveco – 19:27:12 – 2. Fromont – Buggy – +00:00:06 – 3. Martin – Mercedes-Benz- +00:09:02

Foto Area Media ©AfricaEcoRace

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

Rispondi