Pubblicità

Nona tappa alla Dakar 2020. Si parte da Wadi Al Dawasir, dove ieri i motociclisti sono rimasti fermi nel ricordo di Gonçalves, e si arriva a Haeadh. Sono 886 Km in totale. Una lunga giornata, con una speciale di 410 Km in cui i piloti si trovano ad affrontare una grande varietà di fondi. Si comincia con la discesa sulle pietraie per finire su fondo duro. Senza farsi mancare intervalli in sabbia e dune. In una giornata così poteva capitare di tutto. E così è stato. Nella categoria auto Carlos Sainz si è visto annullare il vantaggio sul diretto inseguitore Nasser Al-Attiyah. La vittoria finale della Dakar 2020 si fa sempre più incerta e viene contesa dai due piloti più un terzo incomodo con un nome di tutto rispetto: Stèphane Peterhanesel. Giornata di gloria invece per Pablo Quintanilla, vincitore tra le moto.

Moto

Oggi è la giornata di Husqvarna, che mette la sua 450 Rally (moto gemella di KTM) davanti a tutti. E lo fa con il suo pilota di punta: Pablo Quintanilla. Il cileno ha messo in atto una gara di studio nella prima fase, per poi alzare il ritmo nella parte finale. Passato a condurre al controllo al Km 244 ha saputo incrementare il suo vantaggio sugli avversari fino al traguardo, raggiunto dopo 3 ore, 30 minuti e 33 secondi. Alle sue spalle Toby Price (+00:01:54). Seguono le Honda di Barreda (+00:02:42) e di Brabec, che non si prende rischi inutili, controlla e chiude a +00:03:55 mantenendo saldamente la testa della classifica generale. Continua la marcia positiva del duo italiano in sella alle Husqvarna del Team Solarys: Jacopo Cerutti e Maurizio Gerini chiudono rispettivamente 22esimo e 24esimo. In mezzo a loro Laia Sanz, fortissima e 17esima in classifica generale.

Auto

Giornata critica per Carlos Sainz, che vede praticamente azzerato il gap accumulato nei precedenti giorni di gara. Lo spagnolo partiva stamattina con oltre 6 minuti di vantaggio su Al-Attiyah. A fine tappa tale divario si è ridotto a soli 24 secondi. Tra i due litiganti inizia a godere anche Stéphane Peterhansel, vincitore odierno ed ora a soli 6 minuti e 38 secondi da Sainz. Si preannuncia per tanto una bella volata a tre per la vittoria finale. Sainz era partito con un vantaggio non indifferente, ovvero quello di avere 14 auto davanti a lui dopo lo start. Una condizione che può agevolare nei tratti navigati, nei quali si possono seguire le tracce di chi precede. Ma così non è stato: Al Km 156 Sainz pagava un distacco di oltre 5 minuti per problemi ad una gomma, mentre Peterhansel e Al-Attiyah tenevano un buon passo in testa alla corsa. Nel finale il moto di orgoglio dello spagnolo si fa sentire, riuscendo a chiudere la tappa al quinto posto a +00:06:31 da Peterhansel (03:08:31). Secondo Al-Attiyah (+00:00:15).

Quad-SSV-Camion

La nona tappa vede tra i quad Casale (04:39:25) spuntarla di soli 3 secondi su Enrico, mentre Kubiena è terzo (+00:06:27). Trionfo americano nella categoria SSV dove chiudono nell’ordine Hildebrand (04:00:42), Guthrie (+00:00:58) e Currie (+00:03:30). Infine i camion, dove si registra l’ennesimo successo di Karginov (03:33:42) davanti a Viazovich (+00:03:19) e Nikolaev (+00:09:24).

Dakar 2020 – classifica 9a tappa Wadi Al Dawasir – Haradh

Moto:

  1. Quintanilla – Husqvarna – 03:30:33- 2. Price – KTM – +00:01:54 – 3. Barreda – Honda – +00:02:42

Auto:

  1. Peterhansel – Mini – 03:08:31 – 2. Al-Attiyah – Toyota – +00:00:15 – 3. Seaidan – Mini – +00:04:48

Camion:

  1. Karginov – Kamaz – 03:33:42 – 2. Viazovich – Maz – +00:03:19 – 3. Nikolaev – Kamaz – +00:09:24

Quad:

  1. Casale – Yamaha – 04:39:25 – 2. Enrico – Yamaha – +00:00:03 – 3. Kubiena – Yamaha – +00:06:27

SSV:

  1. Hildebrand – Can Am – 04:00:42 – 2. Guthrie – Can-Am – +00:00:58 – 3. Currie – Can-Am – +00:03:30

Dakar 2020 – classifica generale

Moto:

  1. Brabec – Honda – 31:59:29 – 2. Quintanilla – Husqvarna – +00:20:53 – 3. Price – KTM – +00:26:43

Auto:

  1. Sainz – Mini – 35:11:54 – 2. Al-Attiyah – Toyota – +00:00:24 – 3. Peterhansel – Mini – +00:06:38

Camion:

  1. Karginov – Kamaz – 30:06:45 – 2. Shibalov – Kamaz – +00:21:12 – 3. Viazovich – Maz – +00:46:39

Quad:

  1. Casale – Yamaha – 40:52:23 – 2. Vitse – Yamaha – +00:44:57 – 3. Sonik – Yamaha – +01:32:33

SSV:

  1. Currie – Can Am – 43:51:49 – 2. Contardo – Can Am – +00:23:37 – 3. Kariakin – Can Am – +00:41:26

Foto ©Marcelo Maragni/Red Bull Content Pool

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

Rispondi