Test Barcellona Formula 1: nella prima giornata doppietta Mercedes

Lewis Hamilton e Mercedes hanno iniziato a difendere i rispettivi campionati in grande stile nel primo giorno dei test pre-stagionali a Barcellona chiudendo davanti a tutti in testa alle classifiche con tre decimi di secondo sul compagno di squadra Valtteri Bottas mentre la Mercedes ha completato in totale 173 giri.

Settantanove di questi giri sono stati completati nella sessione mattutina da Bottas, prima che Hamilton prendesse la nuova Mercedes W11 per il pomeriggio, completando 94 giri della pista leggermente fredda di Barcellona e fermando i cronometri con il miglior tempo di 1m 16.976, 0.337s più veloce di Bottas.

Sergio Perez chiude alle spalle delle Mercedes con la Racing Point RP20, vettura che si ispira moltissimo alla Mercedes, oltre che ad avere la medesima motorizzazione. Il messicano ha chiuso a soli 62 millesimi di secondo da Bottas.

Con i test ridotti da otto giorni a sei per il 2020, girare tantissimo già dal primo giorno di test era fondamentale e questo l’ha capito Max Verstappen che ha inanellato la bellezza di 168 giri al volante della Red Bull RB16 chiudendo in quarta posizione.

Questa riduzione dei giorni di test ha indotto i piloti a correre di più con la testa, senza incappare in errori che potevano compromettere la sessione: a parte un testacoda di Verstappen alla Curva 13 e una breve escursione fuori pista alla Curva 9 per Magnussen, non si segnalano altri incidenti.

Piccoli problemi di gioventù per la nuova Renault RS20 hanno limitato le attività in pista dei piloti anche se Ricciardo ha concluso in settima posizione davanti ad Ocon. Tuttavia, i due piloti hanno completato 118 giri in totale per la squadra francese.

Daniil Kvyat completa la Top5 della prima giornata al volante della AlphaTauri AT01 mentre il ferrarista Leclerc ha passato l’intera giornata al volante della Ferrari SF1000 al posto di Vettel, ritornato in albergo influenzato.

Leclerc ha chiuso in 11° posizione, un posto davanti al debuttante della Williams Nicholas Latifi e ad oltre un secondo al tempo di Hamilton.