Pubblicità

Mentre impazza la polemica sulla necessità o meno di disputare il GP di Olanda vista l’emergenza Coronavirus, a Valkenswaard Jeffrey Herlings detta la sua legge. Il pilota olandese si aggiudica il GP in virtù della vittoria conquistata in Gara 2, sommata al secondo posto ottenuto nella prima manche. Stesso punteggio ottenuto, a posizioni inverse, da Tim Gajser, magistrale su un tracciato a lui non congeniale e nonostante l’apprensione per le noie elettriche alla sua Honda CRF che ieri avevano inficiato il risultato della qualifica. 47 punti per entrambi, che sul piano della classifica generale portano Herlings (94 punti) ad allungare sensibilmente ai danni di Gajser (85) e del nostro Antonio Cairoli (68). Il nove volte Campione del Mondo oggi ha giocato forse in difesa sul pesante fondo sabbioso olandese, ottenendo un settimo ed un quinto posto di manche. Bene oggi il portacolori Husqvarna Arminas Jasikonis, sempre terzo di manches e terzo nella classifica del GP.

MXGP

In Gara 1 è stato un Gajser Show. Lo sloveno cancella dalla memoria la prestazione offerta in qualifica dove è rimasto tradito dalla sua Honda e si porta quasi subito al comando, non prima di aver lottato contro Prado ed Herlings. Il ritmo è di quelli elevati e solo 10 piloti riescono a terminare la gara senza l’onta del doppiaggio. Gajser taglia il traguardo davanti a Herlings (+21.202) e Jasikonis (+44.398). Cairoli si prende la settima posizione dopo un avvio non proprio brillante e se la difende fino alla bandiera a scacchi. Buona la prestazione di Michele Cervellin, 12esimo.

Gara 2 diventa invece terreno di caccia per Herlings, che prima si contende l’Holeshot con Cairoli e poi allunga portandosi in scia Gajser, che sbaglia nel corso del penultimo giro. Lo sloveno riesce a chiudere alle spalle di Herlings (+22.846). Ritmo di gara ancora più impressionante rispetto a Gara 1, nonostante la pista segnata da profondi canali. Jasikonis è terzo a +1.35.368. Segue Shaun Simpson (+1.41.290) e Cairoli, quinto (+1.50.139) ed ultimo dei piloti a tagliare il traguardo a pieni giri.

MX2

Tom Vialle si aggiudica il GP d’Olanda con un secondo posto in Gara 1 e con la vittoria in Gara 2. Gara spettacolare la prima manche, con l’incredibile spettacolo offerto da Jago Geerts che mette in atto una spettacolare rimonta che lo porta a liberarsi nelle fasi finale di Vialle e di aggiudicarsi la manche con ampio margine. Geerts era atteso come protagonista anche per la seconda gara, ma il belga non è riuscito ad essere così incisivo come nella prima manche. Al traguardo sarà solo settimo. Ottime le prestazioni di Beaton e di Reanux, che salgono nell’ordine anche in classifica generale alle spalle di Tom Vialle, nuova tabella rossa, e Jago Geerts. Battuta d’arresto per Alberto Forato, caduto pesantemente ieri e fuori dai giochi nelle due gare di oggi.

WMX

Una grande Kiara Fontanesi si aggiudica Gara 1, disputata il sabato. In Gara 2, vinta dalla Papenmeier la campionessa mette a segno un quarto posto che le vale il secondo posto nel GP. Ottima prova per la neo-mamma, che conferma quanto visto a Matterley Basin dimostrando di essere ampiamente in lotta per il titolo anche in questa stagione. In classifica generale la Fontanesi è terza con 80 punti alle spalle della Duncan (90) e della Pepenmeier.

EMX250

Grandi gli azzurri impegnati nella prova di Europeo 250. Andrea Adamo ottiene il terzo posto nel GP grazie all’ottavo posto ed al terzo posto ottenuti nelle 2 gare. Ottima la prova anche di Gianluca Facchetti che porta la sua Yamaha al sesto posto di Gara 1 e di Mattia Guadagnini, quarto alle spalle di Adamo in Gara 2.

Credito fotografico ©Youthstream

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com