SBK: Lorenzo Savadori continua a dettare legge ad Imola. L’alfiere Aprilia Nuova M2 Racing, dopo la doppietta dello scorso anno, conquista un’altra doppietta sul tracciato del Santerno. Scattato dalla quarta posizione in Gara 1, Lorenzo ha messo in mostra fin da subito un passo superiore rispetto ai propri avversari, andando a vincere con quasi due secondi di distacco sui suoi inseguitori. Secondo posto per Lorenzo Zanetti, che dopo il 7° posto conquistato nel MotoAmerica lo scorso fine settimana, ha portato la Ducati del Broncos Racing Team sul podio di Imola. Terza posizione per il poleman Samuele Cavalieri (Ducati Barni Racing Team) che ha firmato anche il nuovo giro record in gara (1’48.213). Quarto posto per il pilota di casa, Kevin Calia (BMW DMR Racing). Ancora sfortuna per il campione in carica Michele Pirro, out per un problema tecnico.

La musica non cambia in gara 2 alla domenica, dove è sempre rimasto in testa dall’inizio alla fine, facendo suo anche il best lap 1’48.133. Dietro di lui seconda posizione per la Ducati del Barni Racing di Samuele Cavalieri, con l’altra Ducati del Broncos Racing Team di Lorenzo Zanetti a chiudere il podio. Prosegue invece il momento no di Michele Pirro, out anche oggi per una caduta. In classifica generale Savadori è a un passo dal titolo, con i suoi 140 p. davanti a Cavalieri con 98 p. e Gabellini (8° in gara) a 70 p. e solo le due gare di Vallelunga rimaste a calendario.

Pole e vittoria per Luca Ottaviani in SS600. Luca Ottaviani conquista pole e vittoria in gara 1, dove è riuscito a mettere in mostra un passo superiore rispetto a quello dei suoi avversari, andando a vincere con oltre 6 secondi di vantaggio sugli inseguitori. Prima vittoria per lui nella SS 600 ELF CIV. Seconda posizione per Roberto Mercandelli (Honda Scuderia Improve Firenze Motor) con Davide Stirpe (Extreme Racing Bardahl MV Agusta) a chiudere il podio.

In gara 2, torna al successo Luca Bernardi: l’alfiere Yamaha Gomma Racing rimedia come meglio non poteva alla sfortuna di ieri, con una gara condotta in testa dall’inizio alla fine nella quale ha realizzato anche il best lap (1’52.725). Gran bagarre dietro di lui per le altre posizioni del podio, con Davide Stirpe (Extreme Racing Bardahl Yamaha) che è riuscito ad avere la meglio su Marco Bussolotti (Yamaha). In classifica generale Bernardi è in vetta con 116 p. davanti a Stirpe con 93 p. e Valtulini (6° in gara) con 85 p.

Premoto3: primo successo in categoria di Demis Mihaila e questo successo conferma l’equilibrio generale della categoria, che offre un vincitore diverso per ogni gara fin qui disputata. Mihaila che festeggia anche per il nuovo giro record (2’04.611). Seconda posizione per Christian Lolli (M&M Technical Team) distante però oltre 8 secondi dal vincitore, con Guido Pini (CS AC Racing Team) a chiudere il podio composto da 3 piloti Pata Talenti Azzurri.

In gara 2, quattro piloti  si sono contesi la vittoria fino all’ultimo centimetro di pista. A spuntarla è statoGuido Pini (CS AC Racing Team) bravo a trovare lo spunto finale che gli ha regalato la prima posizione davanti a Edoardo Liguori (RMU Team Pasini Racing) e Leonardo Zanni al suo primo podio, con Demis Mihaila quarto. In classifica generale Lolli (7° in gara) è in vetta a 98 p. con Pini 2° a 91 p. e Mihaila 3° a 67 p.

Combattuta fino all’ultimo la gara della SS300, con Mattia Martella e Giacomo Mora a giocarsi la vittoria al fotofinish. Alla fine a spuntarla è stato il pilota Kawasaki Prodina Ircos, con l’alfiere Junior Team AG Yamaha Pata a consolarsi con il secondo gradino del podio. Terzo posto per De Gruttola (Team Runner Bike) distanziato di 2 secondi e mezzo dai primi. Alla domenica, una volata al cardiopalma ha visto coinvolti 4 piloti. A trionfare alla fine è stato il pilota Pata Talento Azzurro Giacono Mora (Yamaha Junior Team AG Yamaha Pata) bravissimo a trovare il guizzo finale che gli ha permesso di battere Mattia Martella e Nicola Settimo (Kawasaki Prodina Ircos) bravo a rimediare con il podio di oggi alla prestazione opaca di ieri. In classifica generale proprio Settimo è leader con 97 p. davanti a Bastianelli (5° in gara) con 83 p. e Martella a 76 p.

In Moto3 doppietta di Vicente Perez Selfa. Il pilota del team di Davide Giugliano su TM si è aggiudicato entrambe le gare, andando a vincere in solitaria in gara 1 con oltre 3 secondi di vantaggio sui suoi avversari. Prestazione arricchita dalla pole ottenuta in mattinata e dal nuovo giro record realizzato in gara (1’57.782). Dietro di lui accesissima la battaglia per gli altri due gradini del podio, con la seconda posizione andata in volata ad Alberto Surra (KTM Team Minimoto Porto Maggiore), bravissimo nonostante un problema al cambio, con Davide Giombini, l’alfiere dello Junior Team Total Gresini. Quarto posto per Kevin Zannoni, non al meglio fisicamente dopo la caduta rimediata nei test di Imola ad agosto.

Selfa ripete il successo anche domenica andando a vincere anche in gara 2 e riuscendo ancora a piegare i tentativi di rimonta di Surra (KTM Team Minimoto Portomaggiore) secondo e bravo a firmare il best lap (1’57.695) con Giombini (Honda Junior Team Total Gresini) ancora a podio con la moto che monta il motore 450 fornito da Geo Technology. Quarta posizione per Kevin Zannoni, in difficoltà ad Imola e non al meglio fisicamente a causa di una caduta rimediata proprio a Imola nei test di agosto. In vetta alla generale c’è sempre lui con 126 p. davanti a Perez Selfa con 110 p. e Surra a 100 p. e Bartolini (6° in gara) a 71 p.

foto: Stefano Paparella – Giornalemotori ©