Pubblicità

Colpo di scena alla Dakar 2021. Al termine della ottava tappa in programma, da Sakaka a Neom, il migliore degli italiani in gara si trova costretto al ritiro. Maurizio Gerini, in sella alla Husqvarna è incappato in una brutta caduta a circa 30 chilometri dall’arrivo. Stoicamente si è rialzato e ha concluso la speciale, concludendo in 31esima posizione a 37 minuti e 59 secondi da Jose Ignacio Cornejo Florimo, vincitore oggi in sella alla Honda. Per il pilota ligure fatale è stato l’impatto con un cespuglio. La sua Husqvarna si è ribaltata disarcionandolo. Il colpo sul terreno è stato violento. Gerini è risalito in sella ed ha concluso la speciale, proseguendo in trasferimento fino al bivacco sulle sponde del Mar Rosso.

L’equipe medica della Dakar ha preferito però trasportarlo in ospedale per accertamenti. Il colpo alla testa ed al costato è stato particolarmente duro. Domani Gerini non sarà al via della nona tappa ad anello da Neom a Neom.

Un vero peccato per Maurizio Gerini, che era alla sua quarta partecipazione alla Dakar. Nel 2018 terminò la gara in 22esima posizione assoluta, mentre nel 2019 migliorò con un 14esimo posto finale. La scorsa edizione, la prima nel deserto saudita, vide il pilota ligure tagliare il traguardo in 20esima posizione assoluta. Ora Gerini occupava la 28esima posizione e stava duellando con il lituano Arunas Gelazninkas per la leadership nella categoria Original Motul, dove proprio ieri al termine della prima tappa Marathon aveva perso la prima posizione per una manciata di secondi.

Ora il tricolore nella gara riservata ai motociclisti resta difeso da Cesare Zacchetti, 46esimo, e da Franco Picco, 52esimo.

Credito fotografico Facebook Gasperi Francesca

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

Rispondi