Pubblicità

Il primo vincitore della nuova stagione Moto3 è Jeume Masia. Lo spagnolo mette a segno la vittoria del Barwa Grand Prix of Qatar e sigla il successo dopo una gara veramente ricca di colpi di scena, come ormai ci ha abituato la categoria cadetta. Masia strappa al fotofinish la vittoria ai danni di un sorprendente Pedro Acosta, al suo debutto nel mondiale. Un pilota che quindi andrà tenuto in considerazione per le prossime gare e che ha da subito dimostrato la giusta determinazione per puntare immediatamente alla vittoria. Terzo gradino del podio per il poleman di ieri, Darryn Binder, anche lui protagonista della volata finale a tre sotto la bandiera a scacchi. Distacchi ridotti ai minimi termini dunque per decretare il primo vincitore della stagione: Masia vince su Acosta per soli 42 millesimi, Binder ci prova fino all’ultimo e paga solo 94 millesimi.

Più staccati, si fa per dire, gli inseguitori. Sergio Garcia è quarto con la GasGas (+0.435), seguito da Gabriel Rodrigo (+0.880) che regola di poco il nostro migliore italiano, Niccolò Antonelli (+0.899). Antonelli che riesce anche a portarsi al comando durante la gara, me deve cedere al passo del trio di testa. Per trovare un altro italiano dobbiamo arrivare all’undicesimo posto di Romano Fenati, con una gara in rimonta dopo il 18esimo posto ottenuto ieri ed una doppia penalità da scontare con il Long Lap per la partenza anticipata. Stefano Nepa chiude sotto la bandiera a scacchi in 18esima posizione.

Per gli altri italiani la cattiva sorte ha precluso ogni risultato. Dennis Foggia va fuori al primo giro alla curva 3. Ritirati anche Riccardo Rossi ed Andrea Migno, un una gara difficile un po’ per tutti con un elenco di non classificati che vede anche Sasaki, Artigas, McPhee ed Alcoba.

Credito fotografico – Twitter Red Bull KTM Ajo

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com