MXGP: in Inghilterra squilla il tricolore italiano

Quale onore e quale piacere sentire squillare l’inno di Mameli sulle belle colline di questo round MXGP in Inghilterra. Antonio Cairoli e Mattia Guadagnini portano le loro KTM sul podio, rispettivamente sul primo e secondo gradino del podio.

MXGP

Gara 1 è un tripudio di arancione e giallo. Antonio Cairoli, dopo una prestazione sotto tono sulla pericolosa terra di Orlyonok, vuole riprendersi ciò che gli spetta. Cairoli vince, conquista una vittoria meritatissima e mette in riga tutti i giovani talenti e futuri eroi della classe regina. Prado insegue il siciliano nove volte iridato mentre Gajser chiude terzo con la sua Honda dell’italianissimo Giacomo Gariboldi.

In Gara 2, sempre lo sloveno di casa HRC non molla la presa e conquista la vittoria di manche in questo round MXGP in Inghilterra. A confondersi con il verde inglese ci pensa anche Romain Febvre che porta la sua KXF 450 in seconda posizione dimostrando un ritmo da campione, quale lui fu nel 2015. Antonio Cairoli chiude terzo di giornata mettendo a bada un Jeffrey Herlings tracotante ma non abbastanza in forma. La vittoria numero 93 del palmares va a Cairoli che risale in quarta posizione mondiale.

MX2

I ragazzini ci danno dentro, eccome. La prima manche della classe cadetta ha solo un nome, quello di Maxime Renaux. Il francese ufficiale Yamaha conquista una meritata vittoria davanti a Ruben Fernandez, ritrovato dopo un anno grigio, e a Mathys Boisramè, il ragazzo prodigio. Alle spalle dell’uomo Bud Racing spicca, però, Mattia Guadagnini che bussa alle porte del podio.

In Gara 2, in realtà, il veneto di casa KTM le porte non le bussa ma le sfonda andando a conquistare una vittoria di classe straordinaria davanti ad un bravo Renaux e ad un ritrovato Hofer. Renaux vince questo round MXGP in Inghilterra ma Guadagnini è secondo davanti a Fernandez.

CLICCA QUI per vedere i risultati completi gentilmente offerti dagli amici di MXBars.net.

Credits Photo: Motorsport.com