Pubblicità

La prima e unica sessione di prove libere prima delle qualifiche a Monza ha visto Lewis Hamilton il più veloce su gomme medie davanti al rivale Max Verstappen, a quasi mezzo secondo da Lewis con le gomme morbide.

A Monza ritorna la Sprint Race e i piloti hanno a disposizione solamente due sessioni di prove libere e non hanno perso tempo prezioso a scendere in pista per raccogliere dati preziosi in vista delle qualifiche di questa sera.

Valtteri Bottas è stato il terzo pilota più veloce ed entrambe le Mercedes hanno risparmiato le gomme morbide per le qualifiche, usando esclusivamente le medie nelle FP1.

Quarta posizione per Lance Stroll su Aston Martin, mentre Pierre Gasly ternina quinto davanti a Sebastian Vettel in sesta posizione.
Carlos Sainz è il primo dei ferraristi e chiude in settima posizione, a 0,988 secondi da Hamilton, e davanti al connazionale Fernando Alonso su Alpine.

Daniel Ricciardo (con un tempo sul giro cancellato) ha conquistato la nona posizione per la McLaren dietro al pilota Alpine ed entrambe le squadre hanno rinunciato a girare con gomme medie nelle FP1.

Sergio Perez completa la top 10 sulla seconda Red Bull, a 1.113 secondi dal ritmo sulle soft.
Charles Leclerc, in undixesima posizione, e Lando Norris dodicesimo, si sono visti cancellare i giri veloci per aver infranto i limiti della pista ed il tempo di Norris lo avrebbe portato tra i primi tre.

Antonio Giovinazzi chiude 13° le prove della gara di casa mentre il suo compagno di squadra Robert Kubica ha concluso sedicesimo .
Yuki Tsunoda ha prima litigato con le cinture di sicurezza allentate e poi ha fatto a ruotare con Mazepin, ma ha finito in 14° posizione, davanti alla seconda Alpine di Ocon.

George Russell ha portato una telecamera montata sul casco per darci una visione in prima persona del suo giro sulla Williams e ha concluso 17° dopo aver trascorso gran parte della sessione sulle hard. Il compagno di squadra Nicholas Latifi è arrivato 18°, lasciando la coppia Haas Mazepin (19°) e Mick Schumacher (20°) a completare la classifica.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

Rispondi