Pubblicità

Michele Beretta e Frederik Schandorff, con la Lamborghini di Vincenzo Sospiri Racing, hanno colto il quarto successo dell’anno (e portato a 20 punti il loro vantaggio in classifica) in una Gara 1 al Red Bull Ring conclusasi con bandiera rossa con qualche minuto di anticipo rispetto al previsto: un violento temporale estivo ha scompigliato il gruppo, con diverse vetture uscite di pista alla curva 3. L’Aston Martin TF Sport di Sam De Haan-Charlie Eastwood si è classificata seconda e la McLaren Inception Racing  di Nick Moss-Joe Osborne (che aveva firmato la pole e ha vinto in Pro-Am), mentre la Mercedes Olimp Racing di Stanislaw Jedlinski-Krystian Korzeniowski ha vinto in Am.

La vincitrice di Gara 1 al Red Bull Ring

Quasi tutte queste vetture, però, sono rimaste intrappolate alla curva 3, ma i risultati sono stati ovviamente congelati il giro prima della bandiera rossa. L’episodio ha rovinato la scommessa strategica di chi si era fermato a montare le gomme da bagnato, tra cui la Porsche Lechner Racing di Soucek-Al Zubair, l’altra sfidante di punta del campionato (alla fine 12°) e, in misura minore, l’altra Lambo VSR di Nemoto- Moulin, che sono arrivati quinti.

In Gara 2 felice ritorno nel GT Open per TF Sport, Charlie Eastwood e Sam De Haan, con l’Aston Martin del team britannico che ha dominato la seconda manche al Red Bull Ring dalla pole position alla bandiera a scacchi. Ha battuto la Lamborghini VSR di Baptiste Moulin e Yuki Nemoto e la Mercedes AKM Motorsport di Florian Scholze-Nico Bastian.

I leader del campionato Frederik Schandorff e Mchele Beretta (Lambo VSR) si sono piazzati quarti, ma lasciano l’Austria di ottimo umore, dopo aver esteso il loro vantaggio a 24 punti, beneficiando di un’altra giornata sfortunata per la Porsche Lechner di Andy Soucek-Al Faisal Al Zubair, che ha dovuto accontentarsi del  7° posto dopo aver subito una foratura.

In Pro-Am, dietro ai vincitori Scholze-Bastian, Marcin Jedlinski-Karol Basz (Mercedes Olimp Racing ) si sono piazzati secondi e Jens Reno Moller-Marcus Paverud (Honda Reno Racing) terzi, con altri trofei per Olimp Racing, con Stanislaw Jedlinski-Krystian Korzeniowski che hanno raddoppiato la vittoria in Am con l’Audi R8 LMS.

Pubblicità

Rispondi