Il 2021 degli ACI Racing Weekend va in archivio con un fine settimana carico di spettacolo sul circuito di Monza. A conquistare il titolo del Campionato Italiano Gran Turismo Endurance sono stati Lorenzo Ferrari, Riccardo Agostini e Mattia Drudi sull’Audi R8 LMS di Audi Sport Italia al termine di una 3 ore ricca di colpi di scena. Nell’Italian F.4 Championship powered by Abarth certified by FIA il Campione 2021 Oliver Bearman firma la sua seconda tripletta stagionale con Nikita Bedrin che si laurea campione rookie. Nella Formula Regional European Championship by Alpine le ultime due vittorie stagionali vanno a Hadrien David e ad Isack Hadjar, campione tra i rookie dopo gara 1. Alberto Cerqui è Campione nella Porsche Carrera Cup Italia, mentre Felice Jelmini firma le due vittorie nella Clio Cup Europe.     

Al termine di una gara caratterizzata da pista bagnata nelle ultime fasi di gara, Drudi-Ferrari-Agostini (Audi R8 LMS) si sono aggiudicati a Monza il Campionato Italiano Gran Turismo Endurance. L’equipaggio di Audi Sport Italia ha festeggiato nel migliore dei modi il titolo salendo sul gradino più alto del podio davanti a Di Folco-Amici-Middleton (Lamborghini Huracan-Imperiale Racing), secondi in campionato, e  Gai-Zampieri (Ferrari 488 GT3 Evo-Scuderia  Baldini), terzi nella classifica finale. Gli altri titoli GT3 sono andati a Simon Mann (PRO-AM) e Magnoni-Zanotti (AM), mentre nella GT Cup hanno conquistato l’alloro tricolore Demarchi-Risitano-Barbolini (Ferrari 488 Challenge Evo). La vittoria finale nella classe GT4 se la sono aggiudicata Neri-Fascicolo-Nilsson al volante della BMW M4 GT4.

La tripletta di Oliver Bearman (Van Amersfoort Racing) chiude l’ottava stagione dell’Italian F.4 Championship Powered by Abarth che manda in pensione la Tatuus F4 T014. Il britannico si impone per tre volte replicando a Lorenzo Patrese (AKM Motorsport) che aveva conquistato le tre pole position sul circuito brianzolo. Sul podio di Monza sale per tre volte Andrea Kimi Antonelli (Prema Powerteam), secondo in gara uno e terzo in gara 2 e 3. Joshua Durksen (Muecke Motorsport), Sebastian Montoya (Prema Powerteam) e Kirill Smal (Prema Powerteam) completano i podi del Tempio della Velocità. Tra i rookie le tre vittorie di Antonelli non tolgono la gioia del titolo 2021 a Nikita Bedrin, in difficoltà sul veloce tracciato brianzolo, ma aiutato anche dalla sorte che mette fuori dai giochi Conrad Laursen e Lorenzo Patrese, in lotta con il russo di Van Amersfoort per l’alloro tricolore riservato agli esordienti. Il team olandese conquista anche il titolo delle squadre.     

I due francesi di R-Ace GP Hadrien David e Isack Hadjar sono i vincitori dell’ultimo round della Formula Regional European Championship by Alpine. In gara 1 il podio è tutto di marca R-Ace Gp con David davanti ad Hadjar e Zane Maloney con Hadjar che si laurea campione rookie. In una rocambolesca gara 2, invece, il campione tra gli esordienti vince davanti a Paul Aron (Prema Powerteam) e al vincitore di gara 1, Adrien dopo l’incidente che mette fuori dai giochi i due alfieri Prema Dino Beganovic e David Vidales in lotta per la vittoria sino a pochi minuti dal termine dell’ultima gara della stagione

E’ Alberto Cerqui il vincitore della 15° Porsche Carrera Cup Italia, conclusasi sul veloce tracciato brianzolo con il successo in gara-2 dello stesso portacolori del Team Q8 Hi Perform davanti a Marzio Moretti e  Benedetto Strignano. Nella classifica finale Cerqui ha preceduto Giardelli e Quaresmini, rispettivamente, di 19 e 45 punti. La vittoria nella Michelin Cup è andata a Marco Cassarà (Raptor Engineering), nll’ultima gara di stagione secondo di categoria sotto alla bandiera a scacchi alle spalle del suo antagonista diretto in campionato Alex De Giacomi, mentre nella Silver Cup Max Montagnese ha fatto passerella finale con l’ennesimo successo dopo aver vinto con largo anticipo la Silver Cup.   

Nella Renault Clio Cup Europe con uno schieramento record di 47 vetture è Felice Jelmini (PMA Motorsport) a firmare la doppietta. Due volte secondo Nicolas Milan, mentre sul terzo gradino del podio, in gara 1 sale David Pouget e in gara 2 Filippo Berto.  

Foto: Daniele Marangoni     

Rispondi