Il pilota della Mercedes Valtteri Bottas ha segnato il miglior tempo nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio del Qatar davanti a Pierre Gasly su AlphaTauri e alla Red Bull di Max Verstappen in terza posizione.

Con la seconda sessione che si è svolta sotto le luci di Losail, le temperature e quindi le condizioni sono state più veritiere di quello che troveranno i piloti per le qualifiche e per la gara di domenica.

Prima delle FP2 c’è stata una conferenza stampa che ha coinvolto il Team Principal della Mercedes Toto Wolff e il Team Principal della Red Bull Christian Horner, durante la quale è stato annunciato che il diritto di revisione della Mercedes sull’incidente del 48° giro in Brasile era stato negato.

Di nuovo in pista, dove le Red Bull e la Mercedes hanno iniziato con le gomme medie, e i tempi di apertura hanno visto Bottas fissare il punto di riferimento di 1m23.324s, tre decimi davanti al compagno di squadra Hamilton. Il finlandese si è migliorato fino a 1m23.148s quando le soft sono diventate la gomma preferita a metà sessione.

Gasly si è piazzato al secondo posto, a due decimi da Bottas, su una sorprendente AlphaTauri, mentre Verstappen era a solo un decimo e mezzo di distanza in terza posizione.  Lewis Hamilton chiude al 4° posto, a quattro decimi dal suo compagno di squadra.

Lando Norris chiude in quinta posizione per la McLaren a mezzo secondo dalla vetta mentre il compagno di squadra Daniel Ricciardo non va oltre alla quattordicesima posizione.

Lance Stroll ha conquistato il sesto posto per l’Aston Martin davanti a Yuki Tsunoda in settima.

Sergio Perez è rimasto ottavo, a poco più di sei decimi dalla prima posizione: il pilota della Red Bull ha abortito un giro lanciato per traffico prima di essere richiamato al box per un problema all’ala posteriore, con il team che ha lavorato anche sull’ala posteriore di Verstappen. 

Al nono troviamo Sebastian Vettel che è stato ostacolato sul giro secco sia da Hamilton che da Perez, mentre Carlos Sainz chiude la top10.

Charles Leclerc è arrivato solamente in 13° con la seconda la Ferrari con entrambe le Alpine a dividere le vetture di Maranello. Esteban Ocon chiude 11° e il suo compagno di squadra Fernando Alonso 12°divisi da appena 0,015 secondi.

Quindicesimo posto per l’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen mentre il compagno di squadra Antonio Giovinazzi chiude 17ma posizione. Tra i piloti dell’Alfa Romeo c’era il 16° posto del pilota della Williams George Russell.

Nicholas Latifi chiude alle spalle del compagno di squadra davanti ai piloti Haas, con Mazepin che non ha girato perché aveva danneggiato il telaio saltando troppo duramente sui cordoli durante nel FP1.

Rispondi