Seconda tappa della Dakar 2022. Tappa profondamente modificata rispetto al programma originale a causa del nubifragio che si è abbattuto nella giornata di ieri sul bivacco in allestimento. Doveva trattarsi della prima frazione Marathon, a cui sarebbe seguita la tappa di domani. Il maltempo invece trasforma la tappa priva di assistenza in una tappa normale, con i mezzi di assistenza presenti al bivacco per alleggerire il peso dei piloti. Programma quindi variato nella formula, ma non nelle difficoltà. Oggi i concorrenti hanno affrontato 338 chilometri di prova speciale con una buona percentuale (circa il 30% del percorso) di pure dune saudite. Tra le moto arriva il primo successo Honda con Barreda Bort. Tra le auto Sebastien Loeb strappa la vittoria a Nasser Al-Attiyah, protagonista delle battute iniziali della corsa.

Moto

Joan Barreda parte forte grazie alla traccia lasciata delle 16 moto partite prima di lui. Al Check Point posto al 40esimo chilometro lo spagnolo fa registrare il secondo tempo alle spalle di Rui Goncalves. Il portoghese in sella alla Sherko riesce a mantenere la leadership della tabella tempi fino al chilometro 119, dopo il quale Barreda inizia a prendere il comando della gara. Tutto questo mentre il leader provvisorio della generale, Daniel Sanders, perde progressivamente terreno insieme a De Soultrait, Branch e Quintanilla. Giornata storta anche per il nostro Danilo Petrucci, dopo la magistrale prestazione offerta ieri. Il pilota KTM si trova costretto a fermarsi per un guasto meccanico al chilometro 115, richiedendo l’intervento dell’elicottero per recuperare la moto. Per lui i sogni di posizioni di rilievo in classifica generale sono svaniti. Resta la possibilità domani di ripresentarsi al via con la nuova formula Jolly, con la speranza di chiudere comunque la gara.

A fine tappa il cronometro premia Joan Barreda Bort con il tempo complessivo di 3 ore, 31 minuti e 20 secondi. Secondo posto di giornata per Sam Sunderland con la Gas Gas ufficiale, che chiude con un gap di 5 minuti e 33 secondi e balza al primo posto della generale. Terzo posto per Kevin Benavides (KTM) a +5’54”. Chiudono le prime cinque posizioni Howes (Husqvarna) e Price (KTM).

Auto

Tra le auto arriva il successo di Sebastien Loeb, con il Prodrive Hunter del Bahrain Raid Team. Per il pluricampione del mondo WRC (9 titoli vinti) si tratta di una rivalsa nei confronti di Nasser Al-Attiyah, che oggi arriva secondo a quasi 3 minuti e mezzo dal francese. Per il principe del Qatar si tratta di un distacco in ogni caso limitato che gli permette di mantenere la testa della corsa. Dopo la giornata disastrosa di ieri, Carlos Sainz mette una pezza ed ottiene il terzo posto di giornata, anche se il gap dalla testa della corsa in classifica generale resta per ora incolmabile. Stessa rivalsa anche per Stephane Peterhansel, oggi quarto a precedere Nani Roma con la macchina gemella di Loeb.

Dakar 2022 – Classifica seconda tappa

Moto

  1. Barreda – Monster Energy Honda – 03H 31’ 20”
  2. Sunderland – Gas Gas Factory Racing – +00H 05’ 33”
  3. Benavides – Red Bull KTM Factory Racing – +00H 05’ 54”

Auto

  1. Loeb – Bahrain Raid Xtreme – 03H 25’ 00”
  2. Al-Attiyah – Toyota Gazoo Racing – +00H 03’ 28”
  3. Sainz – Team Audi  Sport – +00H 05’ 52”

Dakar 2022 – Classifica Generale

Moto

  1. Sunderland – Gas Gas Factory Racing – 08H 31’ 29”
  2. Adrien Van Beveren – Monster Energy Yamaha Rally Team – +00H 02’ 51”
  3. Sanders – Gas Gas Factory Racing – +00H 03’ 29”

Auto

  1. Al-Attiyah – Toyota Gazoo Racing – 06H 59’ 21”
  2. Loeb – Bahrain Raid Xtreme – +00H 09’ 16”
  3. Alvarez – Overdrive Toyota – +00H 40’ 53”

Credito fotografico ©Lulop.com

Rispondi