Pubblicità

Una griglia di partenza da record formata da ben 39 vetture prenderà il via della stagione 2022 del FIA World Endurance Championship.

L’aggiunta di nuovi concorrenti in tre delle quattro classi, inclusa l’Hypercar, ha contribuito a incrementare i partecipanti al via con ben otto vetture in più rispetto alla passata stagione.

Nella classe Hypercar troviamo 6 vetture, comprese due auto LMH a propulsione ibrida ciascuna di Toyota Gazoo Racing e Peugeot, che sta schierando i suoi nuovi prototipi 9X8 con il soprannome di Peugeot TotalEnergies con i numeri 93 e 94.

A loro si uniscono una Glickenhaus 007 LMH e una Alpine A480 Gibson LMP1 le vetture che avevano affrontato la Toyota la scorsa stagione.

La ByKolles LMH targata Vanwall invece non è nell’elenco dei partecipanti dopo che la domanda del produttore è stata respinta .

La LMP2 è la classe più numerosa con 15 iscritti, inclusi gli arrivi di Team Penske, Prema Powerteam e Vector Sport, nonché il ritorno di G-Drive Racing in collaborazione con Algarve Pro Racing. L’Oreca 07 Gibson è l’auto preferita da tutti i team.

Chi gestirà il programma Porsche LMDh, ovvero Penske, schiererà una singola vettura per i nuovi acquisti del produttore tedesco, ossia Dane Cameron e Felipe Nasr, nonché il due volte campione GTE-Am Emmanuel Collard, pilota designato Silver.

I campioni della European Le Mans Series Robert Kubica e Louis Deletraz si schiereranno per Prema , che si è allineata con Iron Lynx per il suo debutto nei prototipi.

Will Stevens sostituisce Anthony Davidson alla JOTA dopo il ritiro del campione del mondo 2014 alla fine della stagione precedente.

Il passaggio di Sean Gelael dalla JOTA al campione in carica LMP2 WRT ha aperto una nuova formazione per la squadra britannica che guida Oliver Rasmussen, Ed Jones e Jonathan Aberdein nella sua Oreca n. 28.

Come confermato martedì , WRT sta utilizzando due vetture per la sua difesa del titolo LMP2 che coinvolge Gelael e l’ex cliente di TDS Racing Realteam Racing.

Tre iscritti LMP2 prendono parte alla classifica Pro-Am. L’ARC Bratislava torna con una nuova formazione, mentre Ultimate e AF Corse si uniscono alla griglia.

Inter Europol Competition, Richard Mille Racing e un’iscrizione ampliata per due auto dal campione 2019-20 United Autosports completano l’elenco LMP2.

GTE-Pro presenta il previsto menu di cinque auto, con una sola Chevrolet Corvette C8.R che si unisce ai programmi di Ferrari e Porsche schierate con due vetture ciascuna.

Alessandro Pier Guidi e Miguel Molina sono i primi due piloti nominati nella rosa di AF Corse Ferrari, l’unica formazione GTE-Pro rimasta incompleta.

GTE-Am continuerà ad avere 13 partecipanti quest’anno, con molti nomi che era già presenti nella stagione 2021.

Troveremo quindi due Ferrari Iron Lynx, dei team Porsche Dempsey-Proton Racing e Team Project 1 e della squadra Aston Martin TF Sport con D’station Racing.

AF Corse utilizzerà nuovamente tre Ferrari nonostante il ritiro di Cetilar Racing, con due nuove formazioni di piloti tra cui un equipaggio Spirit of Race.

In una delle vetture singole, l’ex campione FIA ​​World Endurance GT Nicki Thiim torna a tempo pieno nel WEC sull’Aston Martin Vantage GTE n. 98 di Paul Dalla Lana.

Anche David Pittard si unisce alla configurazione NorthWest dopo aver provato una Vantage GTE nel test da rookie. GR Racing è l’altra monoposto con la sua Porsche 911 RSR-19.

Racing Team Nederland, Cetilar Racing, High Class Racing e DragonSpeed ​​hanno tutti lasciato il WEC per concentrarsi sull’IMSA WeatherTech SportsCar Championship.

La stagione del WEC inizia alla 1000 Miglia di Sebring a marzo e prevede gare a Spa, Le Mans, Monza, Fuji e Bahrain.

Foto: Mazzocco Alessio

Pubblicità

Rispondi