Pubblicità

L’ingresso in LMP2 della United Autosports battente bandiera americana si è concluso in cima alla classifica dopo la sessione finale dei due giorni di test FIA WEC Prologue al Sebring International Raceway. La Oreca 07 numero 22 del team, guidata da Philip Hanson, Filipe Albuquerque e Will Owen, ha stabilito il miglior tempo di 1m 48.439s sul circuito di 6.019 km.
La sessione finale è stata interrotta dopo che la Porsche 911 RSR-19 numero 56 del Team Project 1 ha subito gravi danni dopo essere uscita di pista, causando la bandiera rossa mentre l’auto incidentata veniva recuperata.

Le vetture LMP2 hanno stabilito il ritmo in tre delle quattro sessioni di test svolte durante il Prologo, con il giro più veloce ottenuto nella terza sessione dal Realteam by WRT guidato da Ferdinand Habsburg, che ha segnato 1m 48.089 con la vettura che guiderà condividere con Rui Andrade e Norman Nato. Solo la sessione di apertura del Prologo di sabato mattina è stata guidata da una delle voci d’élite Hypercar, ovvero la Toyota GR010-Hybrid dei campioni in carica del WEC Mike Conway, Kamui Kobayashi e José María Lopez.

Nella categoria LMGTE Pro di serie, Corvette Racing è riuscita a fare segnare il miglior tempo nella sessione finale del Prologo mentre il team americano si prepara a fare la sua prima stagione in assoluto nel WEC. Il Porsche GT Team aveva stabilito il ritmo in tutte e tre le sessioni precedenti e ha perso la vittoria solo per tre centesimi di secondo, promettendo un’emozionante battaglia per gli onori di fabbrica tra i due marchi ei loro concorrenti alla Ferrari.

Dempsey-Proton Racing ha costruito il miglior tempo ottenuto nella sessione mattutina tra i contendenti della LMGTE Am per rimanere in testa nel pomeriggio con il numero 77.
Con il Prologo completato con successo, la stagione del decimo anniversario del WEC inizierà alla 1000 Miles of Sebring, che si svolgerà venerdì 18 marzo. 

Pubblicità

Rispondi