Pubblicità

Alla vigilia del weekend del Gran Premio del Bahrain che apre formalmente la stagione 2022 di Formula 1, Charles Leclerc ha ribadito che il suo obiettivo è quello di lottare di nuovo per il successo al volante della Ferrari, aggiungendo che se ha la macchina per lottare per il campionato, è più pronto che mai.

La Scuderia è reduce da un solido programma di test pre-stagionali e punta quest’anno a vincere il suo primo titolo costruttori dal 2008 e il suo primo campionato piloti dal 2007. Leclerc, che sta per intraprendere la sua quarta stagione con la Ferrari, in precedenza ha detto che questo programma di test pre-campionato è stato il più fluido che abbia mai sperimentato con la sua squadra.

Giovedì in vista del Gran Premio del Bahrain, ha aggiunto: “Penso che il nostro obiettivo sia cercare di lottare per le vittorie ogni volta che ne abbiamo l’occasione. Realisticamente, se ho bisogno di fare un’ipotesi ora, direi che siamo un po’ indietro rispetto alla Red Bull. Ma rispetto alla Mercedes non lo sappiamo e non abbiamo davvero idea di dove siano ma di sicuro saranno davanti, tra i primi tre. Anche se saremo tutti molto vicini credo ancora che siamo un po’ indietro e dovremo lavorare sodo per cercare di recuperare lo svantaggio”.

Per quanto riguarda i suoi obiettivi personali, ha fatto eco alle aspirazioni della squadra per il 2022. “Onestamente è lo stesso obiettivo della squadra: lottare per le vittorie. Ho avuto due vittorie con la Ferrari nel 2019, che sono momenti che non dimenticherò mai, e lottare per posizioni competitive ti dà molta motivazione. Quindi sì, questo è sicuramente il mio obiettivo, combattere di nuovo al vertice”.

Ma Charles Leclerc è pronto per una lotta per il titolo?

“Mi sento pronto. Voglio dire, mi sono sempre sentito pronto, devi sentirti così come pilota. Se non credi in te stesso, allora resta a casa, e io credo in me stesso e mi sento molto più pronto di quanto non fossi nel 2019. Sono più cresciuto, ho più esperienza, il che aiuterà. Quindi sì, mi sento pronto per lottare per il Titolo”, ha risposto.

“Ma non mi lascio trasportare. Dobbiamo ancora lavorare molto duramente e non possiamo rilassarci. Quindi, per prepararci a questo dobbiamo presumere che siamo ancora un po ‘indietro e che dobbiamo lavorare molto duramente. Questa è la mentalità ora nel team”, ha detto il pilota monegasco.

Foto: Livephotosport

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments