La prima giornata della stagione 2022 del Campionato del Mondo Superbike si conclude con il miglior tempo realizzato da Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK). Il sei volte campione del mondo precede Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) – il più veloce del pomeriggio – e l’iridato uscente Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK).

KAWASAKI CONTRO DUCATI E YAMAHA: una grande sfida attende il magico trio

Jonathan Rea al MotorLand Aragon – pista su cui nel 2021 ha conquistato la 100^ vittoria – va fortissimo e oggi ha fatto vedere di essere l’uomo da battere. Stamattina è stato il migliore e oggi pomeriggio in FP2 ha concluso al secondo posto mentre il compagno di box Alex Lowes ha terminato il turno mattutino al quarto posto e a fine giornata è sesto nel combinato.

Alvaro Bautista oggi pomeriggio ha girato due decimi più veloce rispetto alla mattinata. Lo spagnolo – al ritorno nel team ufficiale Ducati – ha percorso 18 giri in FP1 e in FP2 ha messo in mostra una bella simulazione gara utilizzando la gomma SCX e il forcellone che ha provato nei test migliorando il proprio crono grazie alla gomma SCQ. Dall’altra parte del box il venerdì di Michael Ruben Rinaldi termina con il quinto tempo.

Secondo tempo stamattina per il campione del mondo e terzo a fine giornata per il campione del mondo Toprak Razgatlioglu. Ottava posizione nel combinato per il compagno di squadra Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK).

GLI INDIPENDENTI: un volto familiare e una grande sorpresa

Tre piloti Indipendenti nelle prime nove posizioni: Garrett Gerloff (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) è quarto e fa meglio di Loris Baz (Bonovo Action BMW) che vanta tre decimi di vantaggio sulla successiva BMW. Molto bene grazie al nono posto di oggi anche l’ultimo arrivato in casa Yamaha Motoxracing WorldSBK Team, Roberto Tamburini, impegnato con il team di Sandro Carusi e autentico protagonista di giornata.


HONDA E BMW: sensazioni contrastanti nella prima giornata del 2022

Decimo crono per Iker Lecuona e 13° per Xavi Vierge: inizia così la stagione 2022 di Honda e del Team HRC. Lecuona si augura che le temperature più basse in FP3 e Tissot Superpole gli permettano di migliorarsi. Come Vierge, anche lui si è migliorato nella sessione pomeridiana.

Sensazioni contrastanti da questo venerdì all’interno del team ufficiale BMW che con l’ucraino Ilya Mikhalchik (BMW Motorrad WorldSBK Team) all’esordio nel WorldSBK termina in 11^ posizione in FP1 e in nona la FP2: a fine giornata è 12°. Non una delle giornate migliori in carriera invece per Scott Redding (BMW Motorrad WorldSBK Team) che nel primo venerdì della stagione è soltanto 16°.

GLI ALTRI: piloti Indipendenti e attenzione a un rookie

Philipp Oettl (Team GoEleven) chiude 11° mentre l’altro portacolori Ducati Indipendente Axel Bassani (Motocorsa Racing) è 14° davanti a Eugene Laverty (Bonovo Action BMW).

Dopo la caduta ad alta velocità in FP1, Lucas Mahias (Kawasaki Puccetti Racing) è 17° nel combinato e precede Kohta Nozane (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team), il rookie Luca Bernardi (Barni Spark Racing Team) e la wildcard Gabriele Ruiu (Bmax Racing). Christophe Ponsson (Gil Motor Sport-Yamaha) occupa la 21^ posizione e si mette dietro Oliver Konig (Orelac Racing VerdNatura), Leandro Mercado (MIE Racing Honda Team), il rookie e suo compagno di squadra Hafizh Syahrin mentre il belga Loris Cresson (TPR Team Pedercini Racing) chiude la classifica.

Questi sono i primi sei al termine del venerdì nel WorldSBK, per la classifica completa clicca qui:

1. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) 1’49.301

2. Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) +0.305

3. Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) +0.364

4. Garrett Gerloff (GYRT GRT Yamaha WorldSBK Team) +0.599

5. Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) +0.699

6. Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +0.709

Rispondi