Anche per il 2022 è arrivato il momenti di rimontate le gomme estive. Per chi dovesse approfittare di questo momento per cambio di gomme piuttosto che il semplice cambio di stagione diamo come sempre il nostro consiglio per gli acquisti.

Come sempre, vale anche per la definizione dell’auto dell’anno, non solo si parla sempre per categoria e non in senso assoluto, ma la copertura che giunge per ultima sul mercato non è automaticamente la migliore. Il nuovo arrivato deve dimostrarsi migliore di chi era al top fino alla stagione precedente. Nel caso della scelta del pneumatico, nella categoria ultra high performance, dominava incontrastato Michelin con il Pilot Sport 4 soprattutto nella sua declinazione più estrema 4S.

Continental Sport Contact 7: La nuova scelta per le altissime prestazioni

Nel 2022, arriva il Continental Sport Contact 7 che scalza il Re dal trono per le coperture ad alte prestazioni. Questo pneumatico si distingue per tre caratteristiche base. Il disegno del battistrada è concepito in modo asimmetrico per avere un comportamento omogeneo, confortevole e con un buon smaltimento dell’acqua nella zona centrale interna. All’esterno, c’è una doppia fascia di battistrada, più compatta, con una tassellatura più rigida per consentire una migliore risposta di sterzo ed un comportamento più omogeneo, prevedibile e con una eccellente progressione quanto il pneumatico raggiunge il limite di tenuta.

La nuova mescola Black Chili3, giunta alla terza generazione, appunto, ammorbidisce ulteriormente la mescola garantendo ottimi livelli di tenuta laterale in senso assoluto. La mescola più morbida viene ricavata su una struttura della carcassa più rigida. Un compromesso eccellente per garantire prestazioni in percorrenza di curva. Questo bilanciamento ottimale tra mescola e carcassa ha consentito di ottenere una risposta una migliore risposta della spalla adattandosi al meglio per tutte le misure disponibili, indipendentemente dalle vetture che dovranno calzare questo pneumatico.

Un penumatico perfetto dalle compatte sportive alle supercar

Una pneumatico che si adatta alle compatte sportive come una Toyota Yaris GR, passando per berline sportive come Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio per arrivare alle supercar come Porsche 911 nelle declinazioni anche più estreme e Ferrari o Lamborghini. Ovviamente come tutti gli pneumatici altamente specializzati ci sono dei limiti.

Su Strada

Su strada, si esalta per la risposta non tanto in termini prestazionali assoluti, quanto per la sua risposta più m omogenea e meglio comprensibile anche per guidatori meno esperti quando ci si avvicina al limite di tenuta dell’auto. La prestazione soprattutto nella capacità di smaltimento dell’aquaplanning rimane il tallone di Achille di questo tipo di coperture, cosa che questo pneumatico ad alte prestazioni Continental conferma.

Continental Premium Contact 6: La scelta ideale per la fascia più ampia del mercato

Nella fascia più diffusa del mercato, quella che va dalle piccole alle ammiraglie, regna incontrastato da due stagioni un’altra copertura Continental. In penumatico Premium Contact 6 è ancora il top per prestazioni, sicurezza, comfort e con un eccellente bilanciamento tra costi e prestazioni.

La mescola a cristalli di Silice ottimizza le prestazioni e la frenata sul bagnato. Alte prestazioni vengono bilanciate da un eccellente resa chilometrica migliorando durata e consumo. Un bilanciamento che non sempre è scontato e che non si ritrova allo stesso livello rispetto agli pneumatici della concorrenza. La composizione di mescola ed un design specifico, permette di avere un comportamento più rigido del tassello migliorando anche le prestazioni, riducendo la rumorosità.

Il disegno maggiorato della superfice dei blocchi e la particolare forma delle due linee di guida che si affacciano sulla spalla assicurano, come per il fratello di prestazioni sportive Sport Contact 7 un livello di tenuta laterale maggiore con una risposta più pronta ed omogenea in termini di tenuta laterale. Una caratteristica che rende il Continental Premium Contact 6 un ottimo ponte tra un pneumatico turistico e uno sportivo come il fratello maggiore.

Su Strada

Anche quest’anno il Continental Premium Contact 6 si rivela un pneumatico dinamico e sportivo con un’eccellente maneggevolezza e alti livelli di aderenza sull’asciutto per un ottima risposta dello sterzo. La sua rigidezza di base consente anche un ottimo comportamento in frenata sul bagnato. Infine ha una buona resistenza complessiva all’usura assicurando buone prestazioni anche da usurato. Essendo un penumatico estivo, anche in questo caso non riesce a garantire eccellenti doti di smaltimento dell’acqua in condizioni di aquaplanning e anche la tenuta laterale in condizioni da bagnato è inferiore a rivali specialistici.

Goodyear Vector All Season Gen 3: L’ideale per tutto l’anno.

Per coloro che, invece, vogliono optare per una soluzione unica per avere un unico pneumatico per tutte le stagioni, la scelta è il Goodyear Vector All Season Gen 3. Questo pneumatico offrire agli automobilisti prestazioni ottimali sia su asciutto che su bagnato e su neve. Come per un pneumatico sportivo estivo, questa copertura al season ha una struttura del battistrada in prossimità della spalla più rigida per assicurare un comportamento più omogeneo sia in frenata che in risposta in curva.

Il Vector 4Seasons Gen-3 offre una eccellente resistenza al fenomeno dell’aquaplaning sfruttando profonde e larghe scanalature sul battistrada che si modificano con il passare del tempo mantenendo così costante la capacità di evacuazione dell’acqua senza ridurre la capacità di smaltimento dell’acqua lungo tutta la vita del pneumatico. Per l’utilizzo più estremo, invernale, la tecnologia Snow Grip di Goodyear sfrutta una estesa lamellatura al centro del battistrada del pneumatico per una migliore aderenza sulla neve. La sua disponibilità per una varianza di misure, da 14 a 20 pollici, copre tutto il mercato lo rende ideale come penumatico unico, sia per le utilitarie che per vetture sportive, anche SUV.

Una scelta di compromesso

Ovviamente essendo un penumatico che prova a fare tutto, sia essere prestazionale sull’asciutto, che efficiente fino alle prestazioni ottimali sulla neve, non riesce a brillare come gli pneumatici specifici estivi, o invernali puri. Si tratta sempre di una scelta di compromesso che deve essere tenuta conto, sia dagli automobilisti che hanno un occhio attento alle prestazioni, sia per chi affronta un clima rigido con neve profonda. Senza contare che i costruttori stanno correndo ai ripari. Queste particolari coperture coprendo una fascia di prestazioni più ampie, hanno subito un aumento di costi maggiore che i corrispondenti pneumatici estivi o invernali puri.

Su Strada

Il comportamento è buono in tutte le condizioni, soprattutto per la tenuta sul bagnato e sull’asciutto rimanendo sicuro sulla neve con una buina classe di merito per l’efficienza. Pur essendo al top per tenuta, in frenata sia sull’asciutto che sul bagnato ha avuto un comportamento simile alla concorrenza senza eccellere, pur rimanendo omogeneo. Un limite che non ha inficiato il giudizio positivo per il comportamento complessivo.

Rispondi