Pubblicità

Dopo l’uscita del calendario del Gran Premio della Russia a Sochi, la Formula 1 ha valutato qualsiasi opzione per sostituire il tracciato russo per garantire che il calendario continuasse ad avere 23 gare e una delle ipotesi più probabile è l’organizzazione di un doppio evento nel tracciato cittadino di Singapore.

L’autodromo di Sochi avrebbe dovuto ospitare la 17° gara della stagione 2022 il 25 settembre, ma gli eventi scaturiti in Ucraina con l’invasione della Russia hanno fatto scattare una serie di sanzioni, tra cui quella della Formula 1 di boicottare l’evento russo.

Singapore al posto di Sochi?

Il Gran Premio della Russia era il primo di una tripletta di gare che coinvolgeva anche Singapore e Giappone ed ora, con la cancellazione della gara dal calendario, c’è la possibilità che Singapore ospiti ben due eventi, il 25 settembre e il 2 ottobre, prima che il Circus si sposti a Suzuka.

Questo doppio evento non sarebbe un problema per la Formula 1 che, anzi, si ritroverebbe già il materiale in loco per poter disputare due eventi ravvicinati, senza dover smontare, spedire e rimontare paddock, box e altre strutture da tutt’altra parte del mondo, oltre a risparmiare ai meccanici una trasferta impegnativa, soprattutto se consideriamo che dovranno affrontare tre gare ravvicinate.

Non sarebbe nemmeno un problema per la città di Singapore, visto che le strutture del tracciato verrebbero montate molto prima del fine settimana della gara e anticipare l’entrata in scena del circuito non sarebbe un problema logistico, visto che la F1 troverebbe già tutto pronto e funzionante.

Nonostante le voci insistenti del doppio evento a Singapore, nell’aria rimane anche l’ipotesi Qatar, che spera di entrare in F1 anche in questa stagione dopo l’esordio nella passata stagione e un ingresso a nel lungo termine nel calendario della F1 dalla prossima stagione.

Il fondo sovrano del Qatar, QIA, detiene un blocco azionario del 17% nel Gruppo Volkswagen, più volte additato di voler entrare in Formula 1 prima costruttore e poi come fornitore di motori. Di recente il Gruppo VW ha annunciato che i due marchi Audi e Porsche sarebbero interessati ad un ingresso in Formula 1 come fornitori di power unit, ed è qui che potrebbe entrare in scena il QIA, ovvero barattando l’entrata nel calendario al posto di Sochi in cambio di due nuovi motoristi per le prossime generazioni di motori.

Tuttavia, la preoccupazione principale per una gara che si tiene in Qatar in quel periodo dell’anno è il caldo estremo, con temperature che spingono i 40 gradi Celsius, quindi perché vengono esplorate altre opportunità.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com