La stagione 2022 è iniziata sotto l’insegna della sfida tra Red Bull e Ferrari e le due squadre hanno dominato i primi quattro Gran Premi lasciando le briciole agli avversari e spartendosi quasi equamente il bottino di vittorie. Una sfida così accesa ed equilibrata non la si vedeva ormai da molte stagioni e viene da chiedersi chi tra i due top team abbia la macchina migliore: Ferrari o Red Bull?

Max Verstappen e Charles Leclerc hanno iniziato la stagione 2022 di Formula 1 lottando fianco a fianco ad ogni gran premio e circoscrirendo, al momento, la lotta iridata tra loro due. La sfida è talmente equilibrata e sul filo del rasoio che al momento nessuno dei due ha infilato due o più vittorie consecutive in un Gran Premio. A dire il vero Verstappen ha vinto le due gare di Imola, ma in questo caso la Sprint Race non fa testo anche se assegna punti iridati.

Per ora sono la Ferrari e Leclerc a guidare le classifiche mentre la Red Bull e Verstappen giocano il ruolo degli inseguitori, recriminando i problemi di affidabilità che hanno costretto al ritiro Verstappen e Perez ad inizio stagione e che senza quei zero le posizioni in classifica sarebbero diverse.

Come si è svolta finora la stagione?

La stagione è iniziata con Leclerc e Ferrari in piedi sul gradino più alto in Bahrain, con il destino della Red Bull segnato dai loro problemi di affidabilità.

Al secondo round in Arabia Saudita, la Red Bull ha regnato sovrana conquistando la pole position (con Sergio Perez) prima di combattere a fine gara per conquistare la vittoria (con Max Verstappen).

L’Australia ha raccontato una storia diversa, con Leclerc che ha costruito un netto vantaggio il giorno della gara prima che Verstappen, in quel momento al secondo posto, fosse di nuovo ko per problemi di auto e costretto al ritiro.

Chi ha avuto il vantaggio in termini di ritmo?

Quando si tratta della battaglia per vedere chi è il più veloce, bisogna effettuare una media del tempo sul giro più veloce di ogni squadra (sia durante le qualifiche che il giorno della gara) per avere un quadro delle performance.

In qualifica, la Red Bull ha guadagnato settimana dopo settimana sulla Ferrari, con il suo deficit di 0,178 secondi in Bahrain che ha lentamente trasformato in vantaggio di 0,441 secondi quando i team sono arrivati in Australia (anche se questo dato è leggermente distorto dalla sessione compromessa di Carlos Sainz).

Il giorno della gara, condizionata da meteo e Safety Car, Leclerc e la Ferrari sono stati imprendibili per tutti dominando dal primo all’ultimo giro, mentre Verstappen accostava a lato della pista con problemi al motore.

Al quarto round, e per la prima volta in questa stagione, la Red Bull ha concluso il Gran Premio dell’Emilia Romagna con un tempo medio sul giro più veloce il giorno della gara rispetto ai loro rivali, segno che i loro aggiornamenti potrebbero aver alterato il corso della lotta per il titolo.

TEMPO MEDIO SUL GIRO PIÙ VELOCE DELLA RED BULL (GAP DA FERRARI)

EventoQualificaGara
Bahrein1:30.801 (+0.178)1:35.776 (+0.608)
Arabia Saudita1:28.330 (-0.016)1:31.907 (+0.135)
Australia1:18.197 (-0.441)1:21.380 (+1.120)
Emilia RomagnaPioggia1:18.697 (-0.152)

Non sarà solo la macchina a fare la differenza

A fare la differenza in questo campionato tiratissimo non sarà solo la monoposto migliore, ma l’intero pacchetto macchina-squadra. Durante una stagione dove bisogna analizzare i dati della vettura gara per gara, capire al meglio la monoposto e agire di conseguenza con aggiornamenti o messe a punto, avrà un ruolo fondamentale.

Attualmente i due team si equilibrano, anche se Red Bull ad Imola ha dimostrato di aver recuperato qualcosa rispetto alla Ferrari, ma c’è da dire che la Scuderia di Maranello ha corso in difesa, senza spremere al 100% la propria power unit e senza portare aggiornamenti importanti previsti per il rientro in Europa in occasione del Gran Premio di Spagna.

Sarà un mondiale tiratissimo e sarà cruciale per Ferrari e Red Bull capire al meglio la propria monoposto e apportare le giuste modifiche al momento giusto. Sarà una sfida intensa, spettacolare ed emozionante….e godiamoci lo spettacolo.

Rispondi