Charles Weerts e Dries Vanthoor sono passati in testa alla classifica del Fanatec GT World Challenge Europe powered by AWS Sprint Cup vincendo la prima gara del fine settimana a Zandvoort.

I piloti dell’Audi R8 LMS GT3 Evo II del Team WRT n. 32 hanno guidato la gara di 60 minuti dall’inizio alla fine dopo che Weerts ha stabilito il miglior tempo nelle qualifiche di sabato.

Il loro bottino massimo di 17,5 punti li ha portati in cima alla classifica piloti dopo essere arrivati a Zandvoort con uno svantaggio di 11,5 punti su Raffaele Marciello e Timur Boguslavskiy dell’Akkodis ASP.

Boguslavskiy è corso fuori zona punti durante lo stint di apertura dopo essersi qualificato 14°, mentre un Marciello in carica ha portato la Mercedes-AMG GT3 Evo n. 89 nella top 10, ma una foratura all’anteriore sinistro lo ha fatto scendere al 23° e ultimo posto.

In testa alla classifica, Weerts ha realizzato una buona gara fin dalla pole, tenendosi davanti al pilota della Ferrari di AF Corse Ulysse de Pauw che ha superato la Tresor by Car Collection Audi n. 11 di Simon Gachet nella prima discesa verso Tarzan.

Gachet ha perso altre due posizioni nel primo stint, con Jules Gounon che ha piazzato la sua Akkodis ASP Mercedes-AMG n. 88 al terzo posto al primo giro e Aurelien Panis di Sainteloc Racing che ha trovato un modo per superarlo nei primi 10 minuti. 

Weerts aveva un vantaggio di 3,5 secondi su de Pauw che si dirigeva verso la finestra dei box a metà gara, durante la quale WRT ha eseguito una sosta regolare per mantenere il comando dell’Audi n. 32.

C’è stato un cambio per il secondo posto durante il ciclo delle soste quando il copilota di Gounon Jim Pla è emerso davanti a Pierre-Alexandre Jean che ha preso le redini della Ferrari n. 53.

Vanthoor ha tenuto Pla a debita distanza nei successivi 10 minuti, fino a quando un periodo di Full Course Yellow e safety car non ha raggruppato le vetture.

L’intervento è stato causato dalla necessità di recuperare la McLaren 720S GT3 di Vincent Abril, che si era fermata vicino all’uscita dei box dopo che il pilota della JP Motorsport ha riscontrato un improvviso problema meccanico alla sua vettura.

Pla ha fatto una buona ripartenza nell’ultima curva sopraelevata quando la gara è ripresa a 15 minuti dalla fine, ma il francese non è riuscito ad avvicinarsi abbastanza per sfidare Vanthoor.

Il pilota WRT ha vinto con 2,8 secondi, ottenendo la seconda vittoria stagionale sua e di Weerts dopo il successo nella gara di apertura a Magny-Cours.

L’ultima ripartenza è stata cruciale per l’assegnazione del terzo posto, poiché Christopher Haase ha recuperato il terreno perso dall’Audi n. 11 per rivendicare un podio insieme a Gachet.

Jean e de Pauw si sono accontentati del quarto posto assoluto, ma hanno comunque ottenuto la loro quarta vittoria nella classe della Silver Cup su cinque gare disputate finora in questa stagione.

Niederhauser e Panis hanno preso il quinto posto per Sainteloc, davanti ai due equipaggi Attempto Racing Audi guidati dalla coppia n. 66 di Pieter Schothorst e Dennis Marschall.

Nicolas Schoell e Alex Aka sono stati secondi su strada con la Silver condividendo la vettura n. 99 Attempto, ma hanno perso il podio di classe a causa di una penalità di 10 secondi dopo la gara che è stata assegnata perché la loro telecamera a cavalletto dei box non registrava durante il gara.

Che ha consegnato il secondo posto nella Silver Cup, e il settimo assoluto, alla coppia n. 87 Akkodis ASP Mercedes-AMG di Casper Stevenson e Thomas Drouet.

L’Audi n. 12 di Tresor by Car Collection, seguita dalle Audi n. 33 e n. 30 del Team WRT, hanno completato la top 10 assoluta.

AF Corse ha ottenuto una doppietta in Pro-Am, con Stefano Costantini e Cedric Sbirrazzuoli che hanno vinto a bordo della Ferrari n. 21, e i loro compagni di squadra Louis Machiels e Andrea Bertolini hanno ottenuto il secondo posto.

La McLaren n. 188 del Garage 59 partita dalla pole Pro-Am si è ritirata dopo soli 12 minuti a causa di un problema al cambio.

Valentino Rossi e Frederic Vervisch hanno concluso al 14° posto con la loro Audi WRT dopo essere stati retrocessi di tre posizioni al 23° in griglia a causa di Rossi che ha ostacolato la McLaren n. 111 del JP Motorsport durante le qualifiche.

L’italiano ha lottato duramente con altri piloti mentre cercava di recuperare terreno nel primo stint, ma un testacoda dopo aver tagliato il cordolo interno alla curva 8 gli ha impedito di rimontare.

Vervisch ha poi ottenuto un ottimo secondo stint, guadagnando diversi posti nella Audi n. 46 WRT.

Il belga è arrivato 15° su strada, ma una penalità di 30 secondi post-gara per la Mercedes-AMG n. 86 dell’Akkodis ASP, che ha tagliato il traguardo al 13° posto, ha fruttato un’altra posizione. 

Le qualifiche per la seconda gara del weekend si svolgeranno domenica alle 9:30 CEST (3:30 ET).

RISULTATI: Gara 1 (finale)

Rispondi