Pubblicità

Giornata da incorniciare per Izan Guevara a Phillip Island. Lo spagnolo del Gaviota GASGAS Aspar Team vince il GP d’Australia e si laurea Campione del Mondo 2022 classe Moto3. Tutto meritato e tutto ragionato. Guevara poteva “accontentarsi” per portarsi a casa matematicamente il titolo a fine stagione andando sempre a punti e senza prendersi rischi. Ma si sa…la testa dei piloti porta sempre a voler combattere per la vittoria. E così è stato. Guevara non si risparmia e si porta a casa di forza, a 18 anni, il titolo della classe cadetta.

Gara bellissima con quattro piloti in fuga a giocarsi il tutto per tutto. Izan Guevara, il compagno di squadra Sergio Garcia, Deniz Oncu e Ayumu Sasaki, autore ieri della pole. Garcia prova a forzare il ritmo, ma Guevara non molla e si butta nella mischia con tanto di entrate al limite da parte un po’ di tutti. Oncu entra di gomito su Sasaki, ma fa parte del gioco. L’arrivo è di quelli in volata, ma con quei metri in più, presi di prepotenza, che assicurano il doppio trionfo di Guevara, che taglia il traguardo con +0.345 su Oncu, +0.460 su Garcia e +0.560 su Sasaki.

Troppo distante il resto del gruppo, con Stefano Nepa, migliore degli italiani, a giocarsi al fotofinish la gara degli inseguitori. Nepa beffa John McPhee, Diogo Moreira e Joel Kelso. Tutti in meno di un decimo, ma ad oltre 7 secondi dal vincitore. Seguono in una gara tutto sommato anonima Dennis Foggia e Riccardo Rossi. Foggia non è riuscito ad azzeccare la partenza giusta e ha faticato ad emergere accontentandosi della nona posizione.

Andrea Migno chiude in 16esima posizione, Elia Bartolini è 20esimo. Nicola Carraro taglia il traguardo in 22esima posizione, mentre Alberto Surra è ultimo con il 24esimo posto.

Credito fotografico ©Lulop.com

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com