Vettel-Mercedes: in passato ci sono stati dei flirt tra i due

Sebastian Vettel ha ammesso che ha avuto dei colloqui con il compianto Niki Lauda su un potenziale passaggio alla Mercedes a fianco di Lewis Hamilton .

Vettel si è ritirato dalla F1 alla fine del 2022, portando a termine una carriera lunga 16 anni, 53 vittorie e quattro titoli mondiali.

Nonostante siano stati i piloti dominanti della loro generazione, Vettel e Hamilton non hanno mai corso come compagni di squadra, lottando per il campionato solo nel 2017 e nel 2018, con l’inglese che ha vinto in entrambe le stagioni.

Durante quelle stagioni, l’allora pilota Ferrari Vettel ha rivelato come ha tenuto colloqui con Lauda, ​​che allora era presidente non esecutivo della Mercedes e aveva svolto un ruolo chiave nell’attirare Hamilton dalla McLaren per il 2013.

“C’è stata una opportunità e ne ho parlato con Niki, ma ad essere onesti, era a metà del periodo Ferrari”, ha spiegato Vettel sul suo potenziale arrivo alla Mercedes nel podcast F1: Beyond The Grid .

“Ovviamente sarebbe stato un grosso problema, perché Lewis era il loro numero uno, e non sono sicuro che avrebbero voluto averci entrambi in squadra. Ma non avevo nemmeno un grande interesse in quel momento, perché ero già impegnato con la Ferrari.

“Penso che sarebbe stata una grande sfida essere compagni di squadra con Lewis, e penso che mi sarebbe piaciuto.”

“A quel tempo, come ho detto, il mio obiettivo era vincere con la Ferrari.”

“Penso che mi sarei divertito a correre con Lewis, andiamo molto d’accordo, e il nostro momento clou è stato il Gran Premio dell’Azerbaijan 2017, dove abbiamo avuto forse quello che oggi chiamereste un ‘malinteso'”.

L’incidente con Hamilton è la chiave della relazione

Durante un periodo di Safety Car a Baku, Vettel era al secondo posto dietro al leader Hamilton mentre la gara si preparava a riprendere.

In uscita dalla curva 15, Hamilton ha rallentato per creare un varco rispetto alla Safety Car, ma Vettel è stato colto di sorpresa, andando a sbattere contro il retro della Mercedes.

Vettel ha affermato che Hamilton lo aveva fatto di proposito e il tedesco si è avvicinato colpendo il lato della Mercedes. Successivamente gli è stata inflitta una penalità di 10 secondi stop / go dai commissari.

“Ero molto arrabbiato. È stato uno di quei momenti in cui le cose non sono andate per il verso giusto e forse il lato emotivo ha preso il sopravvento”, ha detto Vettel.

“Ma penso che in realtà quel momento sia stato un momento chiave perché avrebbe potuto farci allontanare di più l’uno dall’altro o unirci. E ci ha uniti. Non è stato un gesto sportivo e non è stato giusto, cosa che ho ammesso in seguito, e ci siamo parlati e penso che da quel momento ci siamo avvicinati l’uno all’altro”.