Andretti e General Motors annunciano un’offerta per l’ingresso in F1

Andretti Autosport è pronta a lanciare un’offerta per entrare a far parte della griglia di Formula 1 , con il sostegno della casa automobilistica statunitense General Motors, che porterà il marchio Cadillac nel Circus.

Il team, con sede negli Stati Uniti, ha a lungo nutrito la speranza di unirsi alle gare di F1, ma finora non è stato in grado di assicurarsi un posto in griglia per aggiungere un undicesimo team partecipante.

Tuttavia, all’inizio di questa settimana, il presidente della FIA Mohammed Ben Sulayem aveva annunciato la sua intenzione di aprire una selezione a potenziali nuovi team, con Andretti, gestito dall’ex pilota IndyCar e F1 Michael, che è diventato il primo a segnalare formalmente le loro intenzioni di unione in F1.

In quella che dovrebbe essere un’operazione interamente basata negli Stati Uniti, Andretti Autosport sarà sostenuta da General Motors, uno dei più grandi produttori di automobili del mondo, che non è mai entrato in F1 prima a differenza dei principali concorrenti Ford e Chrysler.

Il nome Cadillac amplierà il suo attuale portafoglio di corse automobilistiche oltre le loro attuali voci nelle serie endurance come il WEC e IMSA.

In un annuncio congiunto con General Motors, il presidente e amministratore delegato di Andretti Autosport, Michael Andretti, ha ribadito il desiderio del team americano di aggiungere valore allo sport.

È stato ben documentato che Andretti Global desidera entrare nel campionato mondiale di Formula 1″, ha commentato Andretti ai media.

“Quindi, a questo punto, vorrei ringraziare la FIA e il presidente Mohammed per il loro recente interesse nell’esplorare un processo di espressione di interesse. Mohammed è un vero pilota e ha una vera passione per questo sport.”

“Apprezzo la sua trasparenza e disponibilità ad essere aperto a questo processo. Oggi sono molto, molto entusiasta di annunciare che Andretti Global ha collaborato con General Motors per perseguire una manifestazione di interesse.”

“Sono davvero orgoglioso di poter far parte della compagnia americana in questa ricerca dell’opportunità di unirmi alla Formula Uno. GM e Andretti hanno entrambi una forte storia nelle corse e credo che insieme abbiamo molto da offrire.”

“Vorrei ringraziare il presidente di GM, Mark Reuss, e l’intero team di GM per questa opportunità per quello che credo sarà un abbinamento straordinario”.