L’Arabia Saudita punta ad avere un team in F1 nel prossimo futuro

L’Arabia Saudita spera di avere, in un futuro prossimo, un serie di team in Formula 1 mediorentiale che possa competere con la motorvalley del Regno Unito.

Il presidente della Federazione automobilistica e motociclistica saudita, il principe Khalid Bin Sultan Al Faisal, ha dichiarato di voler vedere una versione araba dell’hub del motorsport del Regno Unito nel paese nei prossimi 15 anni.

“Vogliamo creare un hub motoristico”, ha spiegato in un’intervista a Motor Sport . “Abbiamo grandi aziende che possono aiutare il futuro del motorsport”.

Arabia Saudita: il nostro obiettivo non è solo quello di ospitare eventi internazionali

Dopo il successo iniziale del Gran Premio dell’Arabia Saudita al Jeddah Corniche Circuit, il Paese sta cercando di creare la propria versione di Silverstone per il futuro .

Sia la McLaren che l’ Aston Martin hanno investitori dall’Arabia Saudita, ma il principe Khalid spera che possano fare un ulteriore passo avanti e attrarre team per basare il loro quartier generale fuori dal paese.

“Questo è ciò che speriamo e questo è ciò per cui stiamo lavorando”, ha spiegato. “Speriamo di poter portare uno dei grandi produttori.”

“Abbiamo un programma ventennale che, si spera, verrà lanciato tra la fine del 2023 e l’inizio del 2024. Il nostro obiettivo non è solo quello di ospitare eventi internazionali, vogliamo essere maggiormente coinvolti nel motorsport.”

“Vogliamo avere ingegneri, vogliamo avere meccanici, vogliamo costruire automobili, vogliamo essere creativi. Stiamo investendo molto nelle infrastrutture, nella costruzione di tracciati in Arabia Saudita. Vogliamo costruire accademie in modo da poter essere più coinvolti: squadre saudite con piloti sauditi o altri piloti per correre in squadre saudite.”

“C’è ancora molta strada da fare, ma si spera che entro il 2030, 2035, 2040 potremo raggiungere i nostri obiettivi”.