Il Team WRT vince per la seconda volta consecutiva la 24H Dubai

Mohammed Al Saud, Diego Menchaca, Jean-Baptiste Simmenauer, Jens Klingmann e Dries Vanthoor hanno regalato al Team WRT la vittoria al suo debutto in BMW all’Hankook 24H Dubai.

Vanthoor ha portato la vettura sul traguardo con 21,7 secondi di vantaggio sulla Porsche 911 GT3 R Herberth Motorsport n. 91 di Ralf Bohn, Daniel Allemann, Alfred Renauer e Robert Renauer, che ha effettuato un pit stop in ritardo dal comando a 20 minuti dalla fine.

Klingmann ha poi raggiunto e superato Olivier Bertels di HAAS RT nella quarta ora per riconquistare il comando della classifica generale.

Sabato sera, quando i primi piloti dell’Haupt Racing Team hanno capitolato con entrambe le vetture cadute nel dimenticatoio, la Porsche n. 91 di Herberth è diventata la principale sfidante per la vittoria del WRT.

Dopo che Herberth ha ridotto leggermente il divario durante la notte, la Porsche è passata per la prima volta in testa a sei ore dalla fine quando WRT ha eseguito un pit stop programmato.

Ciò ha innescato una fase della gara in cui le due vetture si sono scambiate regolarmente di posto durante le soste ai box.

Dopo che Herberth sembrava inizialmente prendere il sopravvento con un vantaggio di oltre un minuto, un veloce stint di Vanthoor ha visto la BMW recuperare rapidamente terreno contro Allemann.

Pochi minuti dopo, la battaglia strategica si è spostata a favore di WRT quando Herberth apparentemente ha sbagliato il tempo di un rifornimento di carburante mentre si fermava ai box sotto il codice 60 innescato da un’interruzione per la Mercedes n. 19 MP Motorsport a quattro ore dalla fine.

La Porsche n. 91 è stata lasciata alla stazione di rifornimento alla ripresa della gara, mentre Vanthoor era già rientrato in pista. Ciò ha dato a WRT un vantaggio di circa 25 secondi, che sembrava essere sufficiente per la vittoria.

Tuttavia, Herberth ha scommesso su una breve sosta finale programmata nell’ultima ora per guadagnare posizioni in pista e Robert Renauer è uscito in pista con circa 13 secondi di vantaggio su Vanthoor.

Il pilota ufficiale della BMW ha colmato il divario con Renauer con il conto alla rovescia, ma ha visto la sua strada verso il primo posto liberata quando Renauer ha fatto un tuffo in ritardo per il carburante sotto il codice 60 a 20 minuti dalla fine.

La vittoria è la seconda vittoria consecutiva del Team WRT nell’enduro di Dubai, mentre consegna alla BMW la sua prima vittoria in un evento dal 2011. È anche la prima volta che la M4 GT3 vince una gara di 24 ore.

La vettura numero 46 di Tim Whale, Valentino Rossi, Sean Gelael, Max Hesse e Maxime Martin ha completato il podio assoluto al terzo posto.

Brenton Grove, Stephen Grove, Anton De Pasquale e Earl Bamber sono arrivati ​​quarti sulla Grove Porsche n. 10, con l’Audi n.

La Porsche numero 92 di Herberth guidata da Jason Hart, Elliot Skeer, Adam Adelson e Seth Lucas è arrivata sesta, davanti alla vettura numero 32 di GP-Elite.

The Heart of Racing by SPS ha conquistato l’ottavo posto assoluto, con CP Racing che ha ottenuto la vittoria nella classe GT3 Am al nono posto.

Christer Joens, Michael Doppelmayr, Pierre Kaffer ed Elia Erhart hanno completato la top ten con la Phoenix Racing Audi numero 1.

Dopo aver iniziato la gara con entrambe le vetture in prima fila, Haupt Racing Team è stato costretto a ritirare entrambe le vetture ben prima della metà della gara. Il numero 4 dell’Abu Dhabi Racing by HRT Mercedes è stato eliminato quando Sebastian Baud è caduto alla curva 14 in un impatto che ha visto l’auto prendere fuoco.

Non molto tempo dopo, Luca Stolz ha portato al box la vettura n. 777 dell’Al Manar Racing in pole con un guasto alle sospensioni che il team ha deciso di non riparare.

Anche due delle voci più forti di Audi del Sainteloc Junior Team e Tresor Attempto Racing si sono ritirate dopo aver riscontrato problemi.

La vittoria di classe nella classe 992 è andata alla Fach Auto Tech Porsche 992 GT3 Cup n. 962 di Alexander Schwarzer, Gabriel Rindone, Larry ten Voorde, Matthias Hoffsuemmer e Huub van Eijndhoven, con la Porsche Huber Motorsport n.

Razoon – More Than Racing ha ottenuto una vittoria imponente in GTX con la KTM X-Bow GTX n. 714, mentre la ROFGO n. 408 con Dragon Racing Mercedes-AMG GT4 di Roald Goethe, Oliver Goethe, Benjamin Goethe, Stuart Hall e Jordan Grogor GT4 dominato.

La squadra con sede a Dubai ha corso una gara quasi impeccabile, finendo davanti alla BMW M4 GT4 Simpson Motorsport n. 438 di James Kell, Cameron MacLeod, Keith Kassulke, David Holloway e Vasily Vladykin. La BMW di Century Motorsport ha completato il podio.

La vittoria nel TCR è stata conquistata dall’Audi RS3 LMS TCR n. 188 AC Motorsport di Stephane Perrin, Yannick Mettler, Miklas Born e Sam Dejonghe con un margine di 70 giri sull’Audi n. 117 Wolf-Power Racing di Marcus Menden, Marlon Menden, Rob Huff e Peter Posavac.

RISULTATI: Hankook 24H Dubai