Il direttore globale di Ford Performance Mark Rushbrook, ammette che il marchio americano sta valutando un ingresso in Formula 1 per la stagione 2026.

Ford è fortemente legata a una partnership di F1 con Red Bull , che potrebbe vedere il ritorno del nome del marchio di Detroit per la stagione 2026 dopo un’assenza di oltre 20 anni.

La casa automobilistica americana ha partecipato per l’ultima volta alla F1 nel 2004, l’ultima stagione della deludente esperienza Jaguar in Formula 1.

In precedenza, l’esperienza di Ford in F1 si era limitata alla fornitura di motori fin dagli anni 70, ottenendo 176 vittorie con l’ultima affermazione nel Gran Premio del Brasile del 2003 per mano del nostro Giancarlo Fisichella.

Il direttore globale di Ford Performance, Mark Rushbrook, ha commentato che Ford sta ancora studiando i regolamenti del 2026 per determinare se un ingresso in F1 sia o meno praticabile.

“La Formula 1 è sicuramente in crescita, sia negli Stati Uniti che a livello globale”, ha detto Rushbrook a Motorsport.com

“Quello che hanno fatto bene è creare grandi eventi e grandi competizioni. È ancora l’apice, ma sono riusciti a raggiungere un nuovo pubblico con programmi televisivi come Drive to Survive.”

“Come azienda corriamo per l’innovazione, il trasferimento tecnologico, l’opportunità di apprendimento, ma anche per motivi di marketing. La Formula 1 e cambiata di sicuro e richiede sicuramente considerazione.”

Alla domanda specifica su una potenziale entrata nel 2026, Rushbrook ha dichiarato: “Non commentiamo queste speculazioni. È nostra responsabilità studiarli e comprenderli, quindi prendere decisioni sul senso o meno”.