Jorge Martin della Prima Pramac Ducati ha superato i tempi nella seconda giornata di Sepang condizionata dal meteo variabile.

Il tempo di 1’58.736 dello spagnolo, ottenuto al suo 13esimo dei 17 giri sul circuito internazionale di Sepang, è rimasto al di sotto del miglior crono finora ottenuto da Marco Bezzecchi di Mooney VR46 dopo che una forte pioggia notturna ha bagnato la pista anche se l’italiano alla fine non è riuscito a completare la giornata in pista dopo una caduta iniziale.

Miguel Oliveira della RNF Aprilia, Pol Espargaro, rimpatriato della GasGas, e Fabio Quartararo della Monster Energy Yamaha, hanno chiuso le prime quattro posizioni, a meno di due decimi di distanza.

Il campione in carica Pecco Bagnaia è stato il primo pilota a non scendere sotto la barriera dell’1’59 completando la giornata di sabato al quinto posto, mentre il secondo pilota della RNF, Raul Fernandez, sembra sentirsi a suo agio sulla RS-GP a soli 0,045 secondi dall’italiano, sesto.

Jack Miller della Red Bull KTM è stato il primo a uscire in condizioni di umidità prima di chiudere la giornata stretto tra le Aprilia di Maverick Viñales e Aleix Espargaro – che ha subito una pesante caduta nel pomeriggio – al limite della top 20. Marc Marquez ha continuato ad analizzare la Repsol Honda e chiude al 13° posto mentre Cal Crutchlow della Yamaha è tornato in pista per gli ultimi due giorni.