Strana Q2 di Moto3 nel GP delle Americhe, ma con un lieto fine per i tifosi spagnoli grazie alla pole di Jaume Masiá. Il valenciano torna in vetta alla griglia due stagioni dopo proprio ad Austin, scenario in cui si era qualificato per l’ultima volta in pole, nel 2021, e dove ha ottenuto la vittoria lo scorso anno.

Contrariamente al solito, i piloti non hanno approfittato degli ultimi minuti e il gruppo che è uscito alla ruota di Moreira, uno dei riferimenti della categoria, è rimasto con la voglia per il brasiliano di tirare di più. L’aumento della temperatura non ha aiutato nessuno e il brasiliano valeva comunque il tempo che doveva già essere quarto. Inoltre, se c’è una categoria in cui non è fondamentale partire dalla prima fila è la Moto3, perché quasi chiunque esca domani in gara, farlo dalla posizione che lo fa, avrà opzioni per salire sul podio. È stato visto prima e dovrebbe essere visto di nuovo qui.

In ogni caso, nessuno toglierà la gioia della prima fila a Masiá, Sasaki e Ortolá. Dopo di loro, dal secondo arriveranno Moreira, Holgado e Nepa. Dal terzo, Yamanaka, Bertelle e Artigas. Dal quarto, Suzuki, Rueda e Salvador. Dalla quinta, Fenati, Öncü e Toba. E dal sesto, Muñoz, Riccardo Rossi e Azman. Più indietro ci saranno Alonso 22°, Carrasco 26° e Almansa 28°. Quest’ultimo è caduto in Q1 e dovremo stare attenti alla rimonta che potrà fare dall’ultimo posto, perché in Argentina ha già lasciato il sigillo lasciando il 25°. Anche Muñoz, Holgado, Toba e Öncü sono caduti in Q2.

Foto: JUAN MABROMATA/AFP