Nella prima giornata dei test della MotoGP a Valencia, l’Aprilia di Vinales ha chiuso davanti a tutti ma gli occhi erano puntati su Marc Marquez e al suo esordio in Ducati, seppure con un team satellite che non dispone del materiale ufficiale.

L’otto volte campione del mondo è partito forte ed è balzato al terzo posto dopo il suo stint di apertura ma è stato dopo pranzo che Marquez ha dato spettacolo, andando più veloce con un giro di 1’29”, dimostrando di essere entrato subito in simbiosi con la Ducati GP23.

Marquez si è poi migliorato ulteriormente prima che Vinales, costantemente veloce in pista, tornasse in cima alla classifica per rimanerci fino alla bandiera a scacchi.

In questa giornata ha fatto il suo esordio nella classe regina anche Pedro Acosta e non ha sfigurato in sella alla sua KTM del team GASGAS Tech 3, chiudendo a soli 1,2 secondi dall’Aprilia di riferimento prima di cadere, quando ormai la sessione volgeva al termine, alla curva 2.

Il due volte campione del mondo della MotoGP Francesco Bagnaia è stato autore di una buona prova sulla nuova GP24, così come Jorge Martin, anche se il pilota Pramac ha rimediato due cadute. Il primo di questi è arrivato subito dopo essere salito sulla nuova moto Ducati.

La Honda ha fatto debuttare la nuova RC213V ed ha avuto una buona sessione sia con Luca Marini che con Joan Zarco, presenze costanti nella top 10 nonostante una caduta del francese in mattinata.

Sessione interessante anche per le KTM con Binder secondo ad un soffio da Vinales. L’inglese stava migliorando ulteriormente il suo crono ma è scivolato alla curva 5.

Buon test anche per Marco Bezzecchi e ha concluso come la migliore Ducati davanti a Marc Marquez.