La MotoGP dovrà aspettare ancora un anno per completare la stagione più lunga della sua storia. Il GP d’Argentina viene cancellato e, così, il 2024 subisce la sua prima perdita di percorso. 

Le 22 gare che componevano questo calendario si ridurranno di un anno a 21, ovvero 42, se si tiene conto che tutti i Gran Premi avranno ancora una volta i rispettivi sprint. Il fatto è che Termas de Río Hondo dice addio per un altro anno: nel 2021 hanno dovuto annullare il test a causa di un grande incendio nelle loro strutture e, tre anni dopo, la storia si ripete, anche se con i problemi logistici e la situazione turbolenta sta attraversando il paese come causa di questo taglio ai programmi della Coppa del Mondo. 

E da quando Javier Milei ha assunto la presidenza dell’Argentina il 10 dicembre, il paese sudamericano sta attraversando una situazione molto problematica, con una politica di tagli e aggiustamenti delle spese in tutti i settori dello Stato, che ha provocato numerosi scioperi generali e proteste. ai cambiamenti. I ministeri, infatti, sono stati ridotti della metà: da 18 a 9 dal primo momento del suo mandato

La gara di Termas de Río Hondo si dovrebbe svolgere il prossimo fine settimana, dal 5 al 7 aprile, proprio nell’ambito del tour americano della MotoGP, con tappa anche ad Austin, prevista dal 12 al 14 dello stesso mese. Ma l’attuale situazione politica e la complessità della situazione economica del Paese non sono adatte all’organizzazione di un Gran Premio di questo tipo, soprattutto a causa delle spese che comportano per il governo e che sono praticamente ingiustificabili. “A causa delle attuali circostanze in Argentina, l’organizzatore dell’evento ha comunicato che al momento non è in grado di garantire i servizi necessari affinché il Gran Premio si svolgerà nel 2024 con gli standard della MotoGP”, si legge nel comunicato di Dorna. Infatti, il Campionato Mondiale Superbike, che tiene il suo appuntamento a San Juan, sa da settimane che anche il suo evento sarà cancellato, quindi nessuna competizione a due ruote metterà piede sul suolo argentino nel 2024.

Secondo la stessa Coppa del Mondo, il Gran Premio d’Argentina non sarà sostituito da un altro evento e tornerà in calendario nel 2025. La vicinanza delle date rende impossibile organizzare un altro Gran Premio e, inoltre, la vicinanza con gli Stati Uniti Gran Premio Gli Stati Uniti rappresentano una complicazione nel trasportare tutto il materiale ad Austin da una destinazione al di fuori del continente americano stesso. Ciò significherebbe una pausa di tre settimane dall’evento in Portogallo (24 marzo) a quello negli Stati Uniti (14 aprile). Prosegue invece il nuovo appuntamento in Kazakistan, in programma dal 14 al 16 giugno: i lavori sul circuito di Sokol sono sulla buona strada, anche se è ancora in attesa dell’omologazione che, se non dovesse arrivare, provocherebbe la seconda cancellazione di questo calendario.