Casey Stoner afferma che il motivo principale per cui ha lasciato la Honda è perché stavano ascoltando solo il feedback di sviluppo di Marc Marquez.

Stoner e Marquez erano pronti a diventare compagni di squadra in MotoGP alla Repsol Honda nel 2013 prima del ritiro dell’australiano a soli 27 anni.Marquez, invece, è stato promosso nella classe regina insieme a Dani Pedrosa come campione della Moto2, ma secondo Stoner la Honda stava ascoltando solamente il parere dello spagnolo.

Alla domanda sul fatto che la Honda ascolti più i consigli di Marquez che quelli di Pedrosa o Jorge Martin, Stoner ha detto: “Questo è il motivo principale per cui io stesso ho lasciato la Honda.”

“Eravamo arrivati a un punto in cui la squadra di Marc stava iniziando ad allontanarsi dalle mie indicazioni.”“Ho cercato di metterli in guardia, dicendo loro che se avessero continuato a seguire solo gli sviluppi di Marc, sarebbe stato l’unico in grado di guidare quella moto e gli incidenti sarebbero stati frequenti.”

“E avevo ragione, come dimostrano i risultati del 2015, ma non volevano ascoltarmi e hanno deciso invece di allontanarmi”.

Marquez, ovviamente, ha vinto il campionato MotoGP nel suo anno da rookie confermandosi Campione del Mondo in sei delle sue prime sette stagioni in MotoGP.

La Honda nelle passate stagioni ha avuto qualche difficoltà e la loro moto si è dimostrata molto al di sotto degli altri competitor costringendo Marquez ad andarsene con destinazione Gresini.

“Non me l’aspettavo, ma capisco cosa lo abbia spinto ad andarsene”, ha detto Stoner.

“Con tutti questi componenti extra sulla moto è molto difficile capire se sia stato lui o la Honda a commettere l’errore. Non è stata una cattiva scelta andarsene, e penso che abbia lasciato la porta aperta per tornare da loro se le cose dovessero cambiare in Honda”.

Marquez è stato poi sostituito alla Repsol Honda da Luca Marini, ma solo dopo una lunga ricerca dove sono stati osservati Miguel Oliveira, Maverick Vinales come potenziali sostituti.

“Honda si è costruita una pessima reputazione nel corso degli anni, tutti finiscono per voler andarsene”, ha detto Stoner.“Sono riusciti a vincere ad Austin, quindi perché non sono riusciti ad essere competitivi fino alla fine dell’anno? È strano che siano così in difficoltà nonostante siano in grado di vincere. Sicuramente l’infortunio di Alex Rins e le difficoltà di Marquez non li hanno aiutati”.