Come accaduto con le prove libere 1 del GP del Bahrain , anche la terza sessione di questo venerdì non è stata particolarmente rilevante. La pista e le condizioni di qualificazione erano ancora una volta molto diverse dalle condizioni di qualificazione e di gara. 

Ecco perché i piloti hanno preso la cosa con calma, anche se, visto quello che abbiamo visto, ci sarà molta tensione in qualifica. 

Il più veloce è stato Carlos Sainz ai comandi della SF-24 con un 1.30.824. Alle sue spalle si è piazzato Fernando Alonso, staccato di 0”141 con l’Aston Martin. La competizione è massima e basti vedere che i 20 piloti erano separati solo da un secondo e mezzo.

Il primo a scendere in pista è stato Lewis Hamilton , che giovedì era stato il più veloce nelle prove libere. Il britannico infatti è stato il migliore ad inizio sessione finché non sono arrivate le Ferrari guidate da Leclerc che ha segnato un 1.32.677. Tuttavia è stato Fernando Alonso a prendere il comando dopo mezz’ora di sessione con un 1.31.582.

Solo quando il cronometro segnava 15 minuti alla fine i piloti hanno iniziato le simulazioni di qualificazione . I due della Red Bull hanno preso il comando ma non per molto . È bastato il nuovo tentativo di Fernando Alonso per tornare a essere leader della sessione, scatenando l’entusiasmo nell’Aston Martin. 

A fine turno la Ferrari ha approfittato delle migliori condizioni della pista per poter effettuare l’ultimo tentativo con la gomma morbida. Carlos Sainz ha superato Alonso di poco più di un decimo mentre Charles Leclerc non è riuscito a eguagliare lo spagnolo ed è rimasto quarto, alle spalle di Verstappen, a 0”270 dal miglior tempo.

Dietro di loro la McLaren di Norris e la Mercedes di Russell davanti a Piastri. La verità è che la Mercedes non ha mostrato tanta velocità quanto nelle prove libere 2. Ad esempio Hamilton, che giovedì era stato il più veloce, è arrivato 12°. 

La Top10 è stata completata da ‘Checo’ Pérez, Hulkenberg e Stroll. La grande delusione continua ad essere in casa Alpine, che ha chiuso con Ocon 18° e Gasly a chiudere la classifica. Devono cambiare molte cose nella squadra francese affinché non siano la delusione di inizio stagione