La Ferrari perde il suo direttore tecnico nel settore telai: come annunciato in un breve comunicato stampa dalla tradizionale scuderia italiana di Formula 1, Enrico Cardile lascia la Ferrari dopo quasi due decenni. E il comunicato rivela anche questo: Cardile si è dimessa, quindi se ne va di sua spontanea volontà.

Secondo le informazioni, Cardile ha già deciso il suo futuro: probabilmente si trasferirà all’Aston Martin per lavorare come tecnico senior nel team del designer Dan Fallows per contribuire a stabilire il tradizionale marchio britannico tra i migliori team di Formula 1. 1. L’unica conferma ufficiale di Cardile spetta ancora all’Aston Martin. Inoltre non è chiaro quando inizierà lì.

La Ferrari, dal canto suo, ha già predisposto un piano di successione e lo ha comunicato nel suo comunicato stampa: “D’ora in poi e temporaneamente, il caposquadra Frederic Vasseur sarà responsabile dell’area telai”. Vasseur si ritrova in un duplice ruolo, come quello che il suo predecessore Mattia Binotto ha ricoperto l’ultima volta alla Ferrari prima di rinunciare alla sua posizione alla fine del 2022.

Domenica sera a Silverstone, il capo della Ferrari Vasseur ha risposto solo evasivamente alle domande su Cardile e ha detto: “Stasera è ancora direttore tecnico della Ferrari”.

Alla domanda sul possibile passaggio di Cardile all’Aston Martin, Vasseur ha detto: “Se l’Aston Martin vuole annunciare qualcosa, allora è il benvenuto. Ma questo non è un problema per noi oggi. Enrico fa parte della nostra squadra.”

Poi Vasseur – che non è di madrelingua inglese – ha usato una frase significativa in inglese: “Enrico era il direttore tecnico dell’area telai”. Quindi: passato. Ora è seguita la conferma ufficiale con il comunicato della Ferrari.

Cardile non è l’unico tecnico di spicco della Formula 1 ad allontanarsi dalla sua precedente squadra e rivolgersi all’Aston Martin. Prima di lui, ad esempio, Dan Fallows aveva lasciato la Red Bull come capo aerodinamico e si era trasferito nel team di Silverstone.

Lì Cardile incontra anche un conoscente dei tempi della Ferrari: l’ex capo del team di Formula 1 Marco Mattiaci, che ora lavora come direttore commerciale per l’Aston Martin.