z900rs cafe

Kawasaki Z900RS CAFE: un tuffo nel passato

z900rs cafe racerKawasaki ha presentato in Eicma la Z900RS CAFE, che, come la Z900RS, trae le sue origini dalla Super Four Z1 del 1972. La Z1, moto che Kawasaki presentò al Salone di Colonia del 1972 facendo scalpore, è veramente la grande ispiratrice di questo progetto molto apprezzato, che si presta a moltissime interpretazioni e personalizzazioni.

La Kawasaki Z1 900 del 1972

Con uno schema colore audace ed  una posizione di guida più sportiva grazie al manubrio basso questa moto diventa una perfetta cafè racer.

I dettagli della moto richiamano moltissimo la vera Old School degli anni pionieristici dei biker, con quel manubrio basso e spiovente tutto nero che ricorda molto le vecchie moto da competizione.

Il sistema di scarico poi regala un sound davvero speciale, rauco, e si integra molto bene nelle forme della Z900RS CAFE. Anche i cerchi sono di design classico e il motore è molto discreto le sue linee sono molto pulite.

Come fu per la leggendaria Z1, il motore è il vero cure pulsante della Z900RS CAFE: un gioiello tecnologico incastonato in una moto che “finge” di essere Old ma è veramente moderna.

z900rs cafeIl motore è dotato del controllo trazione KTRC, frizione assisitita antisaltellamento. Il telaio è a traliccio e ha una forcella rovesciata da 41mm.

Molto azzeccato il faro LED ellittico, mentre la sua strumentazione è una via di mezzo tra il vecchio e il nuovo: l’estetica è quella classica, ma accompagnata da un pannello LCD centrale che sottolinea la spiccata voglia di modernizzare un grande classico.

Come detto sopra, la Z900RS CAFE si presta molto alle customizzazioni e personalizzazioni, e Kawasaki ha già pronto un catalogo pieno di accessori dal quale i clienti potranno attingere per rendere la loro moto assolutamente unica.

Kawasaki si è presa del tempo per entrare nel mondo delle  Modern Classic ma è certamente valsa la pena attendere fino ad oggi.

Lascia un commento