Pubblicità

Italiani protagonisti nella classe Moto2, anche se alla fine la vittoria se la porta a casa un bravissimo Tetsuta Nagashima. Il pilota del Red Bull KTM Ajo si porta a casa il primo posto stagionale con un distacco di poco superiore al secondo e tre decimi su Lorenzo Baldassarri ed Enea Bastianini. Un podio che però poteva essere interamente all’insegna del tricolore, con Luca Marini in grande spolvero ed in testa alla corsa fino al 15esimo giro. Poi il crollo. Un crollo infernale che porta il portacolori dello Sky Racing Team VR46 a passare dalla prima all’undicesima posizione nell’arco di soli 4 giri, per poi ritirarsi definitivamente nel corso dell’ultimo passaggio dopo un contatto con Jake Dixon. Una sfortuna al pari di Tony Arbolino in Moto3.

Tornando al vincitore della corsa, Nagashima, ha messo in atto una strepitosa rimonta. Scattato in griglia dalla quinta fila con il 14esimo tempo, il pilota giapponese è risalito con calma alle spalle del gruppo di testa. Nel momento della crisi di Marini ha saputo piazzare l’attacco vincente, liberandosi prima di Roberts, a lungo impegnato proprio per la lotta in testa al gruppo e poi di Bastianini e Baldassarri. Una volta in testa, nelle ultime fasi ha saputo costruirsi un piccolo margine di sicurezza che lo ha portato alla prima vittoria stagionale.

Fuori dalla top-ten gli altri italiani: Bezzecchi 12esimo, Di Giannantonio 13esimo, Manzi 15esimo, Bulega 18esimo, Corsi 21esimo e Dalla Porta 24esimo.

Foto Twitter Red Bull KTM Ajo

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com