La Mercedes EQA rappresenta la soglia di ingresso al mondo della mobilità elettrificata della stella a tre punte.

https://www.mercedesbenznapoli.it/sedi/mercedes-benz-caserta/

Dopo il lancio della EQC, il brand EQ dedicato all’elettrico di Mercedes si allarga verso il basso entrando in un segmento di mercato tra i più affollati e competitivi come quello C-SUV con la EQA. La piattaforma tecnica è quella derivata dalla GLA alimentata con motore endotermico. Ogni singolo componente della vettura, dall’aerodinamica alla meccanica, è stato adattato determinando per certi versi anche le scelte di stile.

Stile disegnato dal vento

Proprio il design è frutto di un lavoro di fino effettuato sull’aerodinamica. Sembra quasi che il vento abbia disegnato le linee smussando gli spigoli determinando le forme morbide della EQA, in modo armonioso ed elegante.

Interni tipicamente Mercedes

Aprendo la porta si respira l’atmosfera tipicamente Mercedes. Il posto guida è perfetto con il piano di seduta piuttosto alto, tipicamente da SUV. Le regolazioni di sedile permettono di avere comunque una posizione di guida sportiva con gambe semidistese e volante verticale conservando la posizione dell’anca più alta da terra.

Lo stile della plancia abbandona il classico pragmatismo tedesco per abbracciare qualche concetto tipico della fantasia latina. L’illuminazione degli interni con molteplici varianti di colorazione si accosta in modo perfetto con il colore degli inserti. Le bocchette di areazione in stile aeronautico danno un tocco si sportività che non guasta.

I materiali impiegati sono di ottima qualità. Morbidi al tatto nella zona superiore ed anche in quella inferiore degli arredi. Intorno al selettore del cambio viene utilizzata una finitura superficiale curata e bella da vedere che fa passare in secondo piano la consistenza rigida della plastica. I comandi a sfioramento disposti sulle razze del volante sono funzionali e molto piacevoli da utilizzare.

Il sistema MBux al top

La strumentazione di bordo si divide in due parti. Lo schermo davanti al conducente da 10,3 pollici completamente adattabile con cinque stili di grafica anche personalizzabile. La grafica del sistema multimediale MBux è spettacolare con una facilità di utilizzo e completezza di livello superiore, con informazioni per la gestione della trazione elettrica.

La gestione può avvenire con comando touch o tramite assistente vocale con il comando “Hey Mercedes”. La navigazione aggiunge la funzione che adatta la tipologia di percorso in base alla presenza dei punti di ricarica e dell’autonomia della vettura. L’impianto di climatizzazione bi-zona e potente ed affidabile nella gestione dei flussi e del mantenimento della temperatura, con bocchette anche per i posti posteriori.

La EQA resta su SUV dalla linea sportiva. La posizione della batteria nella parte bassa non consente di spostare il sedile in avanti per ampliare il bagagliaio con la capienza che resta di 340 litri. Il vano di carico si presenta comunque ben rifinito in modo impeccabile anche nelle zone nascoste.

Uscire dal parcheggio della Selezione Auto di Caserta non è un problema. In ogni caso ho voluto saggiare le possibilità offerte dall’eccellente monitor del sistema MBUX quando agisce come retrocamera. La grafica ad alta definizione e le linee guida si abbinano all’azione dei sensori di parcheggio per migliorare la percezione degli ingombri, limitando gli angoli ciechi dovuti ai montanti spessi.

Il motore elettrico è un classico sincrono con 190cv e 375Nm di coppia, pari a quella di una diesel di potenza superiore, ma subito disponibile. La trazione anteriore con un riduttore. L’accelerazione sullo scatto per lo 0-100km/h avviene in circa 9 secondi, con i 375Nm che fanno sentire la loro azione molto di più in ripresa consentendo un recupero immediato.

Essendo un’auto elettrica la presenza della frenata rigenerativa con un solo pedale, quello dell’acceleratore, è d’obbligo ormai. Il sistema della EQA è regolabile attraverso l’azione delle palette al volante anche in modo fisso. I livelli di intensità consentono di intervenire efficacemente anche in condizione di ingresso di curva veloce o improvvise frenate dovute a rallentamenti. Un sistema molto semplice da utilizzare che diventa quasi indispensabile per aumentare la percorrenza.  

Molteplici dinamiche di guida per la maggiore efficienza

Le modalità di guida sono tre: ECO, Comfort e Sport, oltre ad una personalizzata. In ECO, la EQA smorza in modo evidente la potenza rendendo la prima parte della corsa dell’acceleratore molto lenta. Per quanto possa sembrare eccessivamente lenta, invece, durante la marcia a singhiozzo, soprattutto nel traffico cittadino, consente un notevole risparmio di energia ed un veleggiamento costante.

La modalità Comfort rappresenta l’equilibrio perfetto. Si può decidere il passo da portare utilizzando l’acceleratore dolcemente veleggiando, ma anche andare più forte affondando con decisione. In Sport, tutto diventa più reattivo e pronto, pure troppo. Le prestazioni migliorano, ma considerando la natura della vettura e la sua indole è l’unica modalità che veramente viene utilizzata meno. Il comportamento dinamico resta molto simile a quello della GLA da cui deriva. Un ottimo risultato restando sicura e stabile con i controlli di sicurezza che intervengono puntuali e discreti anche nelle manovre di emergenza.

Consumi che variano con lo stile di guida

La batteria agli ioni di litio è composta da cinque moduli a 200 celle per una tensione di 367 Volt per una capacità di 66,5kWh. La percorrenza è di 390km di percorrenza ed un consumo di 17,7kw/100 in ciclo WLTP. Pur essendo una batteria di dimensioni importanti, la capacità di sfruttamento della capacità energetica è discreta. La EQA resta un C-SUV, quindi, elementi come il baricentro alto e il peso hanno la loro influenza sull’efficienza.

In ogni caso, per il nostro percorso di prova, effettuato con tutte le tipologie di strada, dal cittadino puro, all’extraurbano fino ad un pezzo autostradale, sfruttando a fondo le possibilità offerte dalle diverse modalità di guida, ricarica e veleggiamento il risultato ottenuto è stato di 17,2kW/100km. Un valore anche migliore del dichiarato che consente di effettuare i chilometri promessi da Mercedes in sede di omologazione.

Di contro, guidando l’EQA come si farebbe con un classico diesel, senza fare troppa attenzione all’uso dell’uso dell’acceleratore, magari con qualche capatina sulle modalità sport, i valori di consumo salgono a 19,0kw/100km con l’autonomia che scende ad un rispettabile valore di 330km. Una perdita tutto sommata limitata.

Ricarica 100km in 14 minuti con le colonnine fast

La ricarica completa può avvenire con presa domestica di 2,3kw e wall box da 22kW, oppure con colonnine veloci da 50kw e 150kw. In questo caso per avere a disposizione 100km di percorrenza occorrono solo 14 minuti. La App Mercedes MeCharge consente l’accesso ad una rete diffusa di 175 mila stazioni di ricarica permettendo di accedere ad ogni colonnina presente sul percorso senza dove essere abbonati ad ogni singolo gestore. Il pagamento avviene in modo semplice funzionale in modo digitale.

Prezzo premium ma ci sono gli incentivi

La Mercedes EQA Versione Sport in prova è già ottimamente accessoriata ad un costo di 51.974 chiavi in mano e franco gli incentivi. A tal proposito Mercedes prevede uno sconto che va dai 7.300 euro fino ai 10.000 euro in caso di rottamazione. Nel dettagliol’esemplare in prova con vernice metallizzata e interni in materiale pregiato con sedili riscaldati raggiunge la cifra di 58.000 euro.

In tema di accessori la casa di Stoccarda prevede una lista particolarmente lunga. In particolare andrebbe preso in considerazione il pacchetto che prevede, il Riconoscimento automatico dei segnali stradali, debags posteriori e DISTRONIC PLUS con Cross-Traffic Assist ed il Controllo attivo della corsia. Inoltre è prevista anche l’opzione Mercedes MoliltyPass con noleggio a lungo termine propone un canone interessante da 605Euro/mese.

Conclusione: Resta una Mercedes anche elettrica

EQA è una l’auto elettrica che resta Mercedes dove conta. Non importa cosa ci sia sotto il cofano, se un motore ci siano pistoni per un motore endotermico o elettroni che animano un propulsore elettrico. Gli interni, lo stile, la tecnologia, con lo spettacolare MBux e le finiture, chiariscono una volta per tutte che si viaggia su una Mercedes proiettata verso un futuro ecosostenibile.

https://www.mercedesbenznapoli.it/sedi/mercedes-benz-caserta/

Il cliente Mercedes che si affaccia per la prima volta all’elettrico, deve imparare ad usare le molteplici possibilità offerte dal sistema di gestione Mercedes-EQ per sfruttarne appieno il suo potenziale. Un piccolo prezzo da pagare per godersi al meglio la percorrenza effettiva dichiarata da Mercedes. Infine, bisogna fare attenzione alle molteplici offerte di personalizzazioni che potrebbero far lievitare il prezzo in modo considerevole.

Daniele Amore

Si ringrazia per la collaborazione Mercedes-Benz Selezione Auto Caserta @SelezioneAutoCaserta 

Rispondi