Pubblicità

La tre giorni dello Shakedown Test in programma al Sepang International Circuit si conclude come già avvenuto ieri con il miglior tempo realizzato dal portacolori dell’Aprilia Racing Maverick Viñales che si mette alle spalle il compagno di squadra Aleix Espargaro mentre il primo dei rookie è Raul Fernandez (Tech3 KTM Factory Racing).

Tanto lavoro in questa tre giorni sia per i rookie che per i collaudatori in vista della due giorni di Test Ufficiale prevista sempre a Sepang sabato 5 e domenica 6. Viñales chiude in 1:58.942 e precede di 144 millesimi Espargaro.

Tra i rookie purtroppo né ieri né oggi Fabio Di Giannantonio (Gresini Racing MotoGP™) ha potuto prendere la via della pista a causa di una gastroenterite. Il romano spera di tornare in piena forma per la due giorni di test in programma questo weekend.

I rookie

Fernandez ha il miglior crono tra gli esordienti grazie a un ottimo 1:59.468 con cui si mette alle spalle Marco Bezzecchi (Mooney VR46 Racing Team), staccato di un paio di decimi dallo spagnolo. Il campione del mondo Moto2™ Remy Gardner (Tech3 KTM Factory Racing) è ancora alle prese con i postumi dell’infortunio al polso ma è soddisfatto di com’è andata questa tre giorni mentre Darryn Binder (WithU Yamaha RNF MotoGP™ Team) ha avuto delle belle sensazioni in sella alla moto che guiderà nella classe regina. Il sudafricano non ha compiuto un time attack preferendo invece concentrarsi su dei run più lunghi per provare la YZR-M1 con serbatoio pieno.

Ducati:

Tanto lavoro in questa tre giorni per il collaudatore ufficiale Ducati Michele Pirro. La Casa di Borgo Panigale è tornata in pista con uno scarico lungo e anche con quello corto in modo da acquisire dati importanti oltre al pacchetto aerodinamico già visto nel test di Jerez. La Ducati inoltre è sembrata presentare anche un nuovo forcellone.

Yamaha:

Novità aerodinamiche per la Casa di Iwata in occasione di questo Shakedown che la rendono simile in termini di setup all’Aprilia RS-GP. Yamaha è sembrata anche testare un telaio aggiornato.

Honda:

Presente a Sepang anche il collaudatore del Team HRC Stefan Bradl che ha provato il secondo telaio 2022 che Honda aveva già testato a Jerez sul finire del 2021. Aggiornamenti apportati anche agli scarichi e alla parte della coda.

Aprilia:

La Casa di Noale nella prima giornata di Shakedown è scesa in pista con il collaudatore Lorenzo Savadori per poi schierare Viñales ed Espargaro. Aprilia ha portato in Malesia delle nuove ali di minori dimensioni rispetto a quelle viste nel test di Jerez mentre sembra essere stata aggiornata anche l’intera carena anteriore, oltre allo scarico e a un nuovo forcellone in alluminio.

KTM:

Nuova aerodinamica, la stessa già vista nel test di Jerez e un forcellone aggiornato presenti sulla moto di Dani Pedrosa, in pista con la Casa austriaca insieme a Mika Kallio.

Suzuki:

Ora tutte le attenzioni sono rivolte al Test Ufficiale di Sepang. Resta connesso a motogp.com e ai social della MotoGP™ per tutti gli aggiornamenti che arriveranno dalla due giorni in programma in Malesia dove torneranno in azione tutti i protagonisti della classe regina.

Pubblicità

Rispondi