Pubblicità

L’Aston Martin è diventata la terza squadra a lanciare la stagione 2022 con un evento digitale che ha rivelato la nuova AMR22, caratterizzata da una livrea rivista.

Il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel e Lance Stroll formeranno la formazione del team di Silverstone, in quella che sarà la loro seconda stagione sotto la bandiera dell’Aston Martin.

L’AMR22, che è stata presentato sulla linea di produzione in fabbrica presso la sede dell’Aston Martin Lagonda a Gaydon, presenta un design aerodinamico sinuoso richiesto dalle nuove regole rivoluzionarie che debuttano quest’anno.

Il proprietario Lawrence Stroll, a cui si sono uniti al lancio il Chief Technical Officer Andrew Green e il Performance Director Tom McCullough, l’anno scorso ha messo in moto un piano quinquennale per rendere la squadra una contendente al Campionato del Mondo.

Vettel ha aggiunto: “Guarda quella macchina, chi non sarebbe entusiasta della prospettiva di correre con quella? E quando si tratta di speranze per la stagione, credo che nessuno sappia davvero cosa aspettarsi. Ci sono nuove regole e ovviamente tutte le squadre sperano di aver capito bene le nuove regole.

Tutti vogliono vincere, me compreso, e nessuno sarebbe in Formula 1 se il loro sogno non fosse quello. Non sono diverso. La cosa principale è continuare ad andare avanti e migliorare. Questo è solo il secondo anno di un piano quinquennale, ma questa squadra ha grandi ambizioni e grandi progetti e sono estremamente entusiasta di farne parte”.

Lance Stroll ha dichiarato: “Questa non è solo una grande opportunità per l’Aston Martin, ma anche per tutte le squadre. Dobbiamo solo credere di aver fatto un lavoro migliore e so che tutte le persone coinvolte stanno lavorando molto duramente per dare a me e a Seb le migliori possibilità. Allo stesso tempo, dobbiamo essere realistici per affrontare la nuova stagione.

Il nostro obiettivo principale è avvicinarci alle posizioni di vertice rispetto allo scorso anno”, ha continuato Stroll. “Sarebbe un progresso. Come ha detto Seb, è impossibile sapere dove sarà ogni squadra finché non saremo tutti in pista, e anche allora potresti non sapere le vere gerarchie in pista fino alle qualifiche in Bahrain. L’Aston Martin ha delle persone davvero intelligenti, quindi sono ottimista che possiamo fare buoni progressi quest’anno”.

Pubblicità

Rispondi