Pubblicità

I piloti di Formula 1 che si sono qualificati nella top 10 non dovranno più iniziare la gara con le gomme che hanno utilizzato nella seconda parte delle qualifiche.

La regola, che si diceva fosse in via di uscita negli ultimi mesi, è stata definitivamente rimossa nell’ultima versione del regolamento sportivo 2022 della FIA.

L’articolo 30.5 (L) del regolamento affermava che “all’inizio di un Gran Premio ogni vettura che si è qualificata per la Q3 deve essere equipaggiata con le gomme con cui il pilota ha stabilito il suo miglior tempo in Q2”.

Questa regola è stata ora cancellata, il che significa che non si applicherà più per la stagione 2022.

Qual era lo scopo della regola degli pneumatici?

L’intento della regola degli pneumatici Q2 era quello di tentare di incoraggiare la varianza strategica, offrendo ai team la possibilità di passare alla Q3 con una mescola più dura, pur dovendo respingere i tempi rapidi di coloro che scelgono di utilizzare mescole più morbide.

I piloti che ce l’hanno fatta avrebbero poi avuto un vantaggio strategico, attraverso uno stint più lungo, per la prima fase del Gran Premio.

Tuttavia, a causa dell’entità del vantaggio di cui godono i team di testa, la regola ha effettivamente ridotto la concorrenza in quanto potevano facilmente superare la Q2 sulla mescola più dura senza troppe preoccupazioni per coloro che optavano per scelte di pneumatici più aggressive.

Sotto esame a seguito delle gare di qualificazione Sprint che offrivano ai team la libera scelta dello pneumatico di partenza, la regola è stata ora rimossa per consentire quella libertà per ogni gara.

Foto: Pirelli

Pubblicità

Rispondi