Pubblicità

La prima giornata di test pre-stagionali sul tracciato del Bahrain si chiude con l’AlphaTauri di Gasly al comando davanti alle due Ferrari di Sainz e Leclerc.

Il pilota monegasco aveva chiuso la sessione mattutina al comando della classifica, scivolando in terza posizione man mano che le temperature si abbassavano e con la pista che andava via via migliorando verso la fine della giornata. Gasly ha sfruttato il miglioramento delle condizioni per stabilire il crono di riferimento nella prima giornata di test in Bahrain con il tempi di 1’33″902s, battendo di mezzo secondo la Ferrari di Sainz e di 6 decimi quella di Leclerc.

Quarto a fine giornata troviamo Lance Stroll ed il canadese ha procurato la prima bandiera rossa della giornata quando la sua Aston Martin ha seminato in pista i rastrelli aerodinamici. Dietro al canadese troviamo la Williams di Albon mentre in sesta posizione chiude la McLaren di Norris dopo una sessione trascorsa nell’anonimato.

Settima posizione per Bottas su Alfa Romeo mentre il compagno Zhou chiude solamente in 14° posizione dopo aver accusato un problema che lo ha trattenuto ai box nella mattinata.

Ottavo posto e 39 giri in cascina per Sebastian Vettel sull’altra verde Aston Martin ed il tedesco chiude davanti alla Mercedes di Russell mentre Hamilton conclude la sessione con l’undicesimo tempo assoluto. Tra i due piloti Mercedes troviamo la Red Bull di Perez che ha causato la seconda bandiera rossa della giornata uscendo di pista e finendo nella ghiaia ad 8 minuti dalla fine.

Dodicesima e tredicesima posizione per le due Alpine di Alonso ed Ocon mentre al pomeriggio scende in pista la Haas con Fittipaldi dopo aver saltato la sessione del mattino per un problema logistico.

Sorvegliata speciale per questa prima giornata è stata la Mercedes W13 di Hamilton e Russell: la monoposto è stata totalmente rivista nelle pance laterali e queste ora sono ancora più strette per non dire quasi del tutto assenti. Questo design ha reso il fondo della vettura molto flessibile tanto da toccare per terra tra mille scintille e ha sollevato non poche polemiche tra i rivali sulla dubbia regolarità della monoposto anglotedesca.

I tempi di Hamilton e Russell non sono stati incoraggianti ma il team ha usato questa prima giornata per capire la monoposto e ha lavorato intensamente per evitare che il fondo della vettura strisciasse sull’asfalto. Vedremo nelle prossime sessioni se questa idea sarà vincente e darà al team un grosso vantaggio in pista o se sarà troppo estrema e difficile da mettere a punto per essere accantonata.

classificazione - Giorno 13:00.jpg
F1 Test Bahrain – Day1
Pubblicità

Rispondi