Il Team WRT ha conquistato la prima pole position della stagione 2022 per dare alla nuova Audi R8 un perfetto debutto agonistico a Imola

La precedente pole del marchio tedesco è arrivata sullo stesso circuito nel 2020 e il suo ritmo è stato chiaro ancora una volta oggi, con quattro dei suoi modelli R8 LMS Evo II che si sono qualificati tra i primi 10 assoluti e un risultato P1 nella Silver Cup. Non hanno avuto tutto a modo loro, tuttavia, con rappresentanti di Mercedes-AMG, McLaren, Aston Martin e BMW tutti tra i primi 10 sulla griglia di partenza di questo pomeriggio.

Il risultato doveva più alla coerenza che alla velocità assoluta, cosa che era sempre probabile che fosse il caso data la pura densità di traffico creata da un campo di 52 auto. In effetti, il compito principale è stato quello di trovare lo spazio per completare un giro pulito e competitivo, qualcosa che tutti e tre i piloti del Team WRT sono stati in grado di raggiungere.

Dries Vanthoor è stato quinto nella sessione di apertura, anche se solo la quarta migliore Audi dopo Christopher Haase ha superato i tempi per Tresor by Car Collection mentre il debuttante della serie Adam Eteki è stato un impressionante P2 nella moto #10 Boutsen Racing.

Kelvin van der Linde ha fatto registrare il quarto miglior tempo in Q2, che è stata anche superata da un’Audi mentre Patric Niederhauser ha aperto la strada nella squadra #25 Saintéloc Junior. Markus Winkelhock è stato secondo con l’Audi #66 Attempto Racing, seguito dal campione in carica Nicklas Nielsen sulla Ferrari Iron Lynx #51.

In Q3 Weerts è stato l’ottavo più veloce, abbastanza da dare al suo team la pole a soli 0.023s dalla saintéloc #25. Il giovane belga ha concluso la sessione affrontando la strada sbagliata a Tamburello, perdendo il controllo della sua vettura mentre spingeva per un tempo ancora migliore durante le ultime fasi. Questo ha causato una bandiera rossa, ma così com’è il #32 partirà dalla pole.

L’ingresso #88 Mercedes-AMG Team Akkodis ASP partirà dal terzo posto, il suo sforzo aiutato da una potente prestazione in Q3 di Jules Gounon che ha prodotto un 1m39.559s. La Tresor by Car Collection #12 ha fatto tre Audi nella top-four, mentre JP Motorsport è stata una bella quinta con la sua McLaren #111.

Iron Lynx si è qualificata sesta con la sua Ferrari #51, recuperando da un inizio difficile della sessione, seguita dalla #99 Attempto Racing Audi, dalla #95 Beechdean AMR Aston Martin e dalla #98 ROWE Racing BMW. Marvin Kirchhöefer è stato il protagonista della Q3 con un blistering di 1m39.489s, trascinando la JOTA McLaren #38 al 10 ° posto in griglia dopo che i suoi compagni di squadra non erano riusciti a rompere la top-20.

La pole della Silver Cup è andata alla già citata Attempto Audi #99, che ha fatto bene al ritmo del sabato mostrato da Alex Aka, Nicholas Schöll e Marius Zug. Partiranno a nove posizioni dalla #87 Akkodis ASP Mercedes-AMG, con il #26 Saintéloc Junior Team Audi un’ulteriore posizione indietro.

La prima pole della Gold Cup è andata a Winward Racing con la Mercedes-AMG #57 di Jens Liebhauser, Lorenzo Ferrari e Lucas Auer. La Ferrari ha ottenuto il miglior risultato del trio, assicurandosi il nono posto assoluto in Q2. La pole Pro-Am è andata ad AF Corse con la Ferrari #52 di Louis Machiels, Stefano Costantini e Andrea Bertolini, che partiranno a 12 posizioni dal loro rivale di classe più vicino.

Foto: Mazzocco Alessio

Rispondi